Roma, ecco il gioco e i gol!

La Roma si disfa del Crotone con un perentorio 4-0. Protagonista Totti, in campo 90', che sforna palle gol deliziose. In gol Salah, El Shaarawy e Dzeko. Analisi di una serata serena.

Roma, ecco il gioco e i gol!
Roma, ecco il gioco e i gol!

Proprio una serata tranquilla. Il clima assoluatamente disteso di fine match racconta le sensazioni di questo inedito assoluto in A, Roma-Crotone. La differenza di mentalità, impostazione del match e livello tecnico hanno determinato in tutti i 90' di gioco un pauroso scarto di prestazione tra le squadre in campo. Ma non basta, non è solo questo il motivo della sontuosa prestazione della squadra giallorossa. La voglia, la cattiveria e la tenacia su ogni pallone son servite, più che per i tre punti (fondamentali anche guardando gli altri campi) a strappare sorrisi dove c'erano solo facce amare e deluse. Sorrisi realisti, sia chiaro, perché come deprimersi per una sconfitta non è salutare, esaltarsi per prestazioni di grande livello deve far temere, sempre. Perché aumentano le pressioni, le richieste, e quando si cade fa ancor più male. 

Quel che serviva, dunque, era continuare sulla strada di Firenze, ma con più incisività, con palle verticali e gioco rapidissimo. Il diktat di Spalletti parla ormai di due, massimo tre tocchi e poi va dato via il pallone. Con logica e serenità. Quando la Roma lo mette in pratica, son davvero poche le squadre che riescono a contrastare la rapidità sulle fasce che garantiscono i vari Peres, Salah, Florenzi. Che a loro volta o provano il tiro, o servono con efficacia Dzeko, El Shaarawy, o qualche centrocampista che si inserisce. Ieri, è andata più o meno così, con il particolare per nulla banale che il numero 10 giallorosso, a 6 giorni dai 40 anni, ha giocato 90' minuti intensi, precisi, di voglia. Un numero dopo l'altro e gioco a occhi chiusi. 

Il 10 ha garantito capovolgimenti di fronte, cambi di ritmo e di pressione, la difesa ha retto e addirittura Szczesny si è inventato pararigori, il 9 (Dzeko) si è (ri)scoperto cecchino, Salah ed El Shaarawy hanno inventato corroborati da Peres e Florenzi.

Una serata tranquilla. Quante ancora ne verranno?

LE PAGELLE

Szczesny 6.5: inoperoso per quasi tutta la partita. Nella ripresa para un rigore, cosa che non avveniva da tempo.

Florenzi 6.5: inizia triturando i suoi avversari. Assist vincente per El Shaarawy. Dal 40'st Emerson sv.

Manolas 6: il Crotone combina veramente poco in avanti, tutto apposto. Dal 27'st Jesus sv.

Fazio 6: rimane concentrato per tutta la partita.

Bruno Peres 6: ìla Roma sfonda soprattutto sul lato opposto, con Florenzi e Salah. Partita tranquilla.

Strootman 6.5: con Nainggolan in panchina, tocca all'olandese arare il campo. Lo fa con la solita grinta.

Paredes 6.5: inizia bene, ogni tanto sforna una palla interessante per i compagni, ma non è strabordante.

Salah 7: imprendibile sulla fascia sinistra. Il Crotone non riesce a contenerlo e l'egiziano sfodera un gol e tanti assist, uno dei quali porta al secondo gol di Dzeko. Dal 22'st Iturbe 6: confusione, ma ci prova.

Totti 7:  innesca Dzeko scodellando palloni con il goniometro e il bosniaco è in serata: tutto molto bello!

El Shaarawy 7: suo il primo gol della serata. Restituisce il favore quando, poco dopo, manda in gol Salah dopo un preciso uno-due. 

Dzeko 7.5: inizia la serata colpendo il palo. Non si abbatte ma trova il portiere pronto a parargli un colpo di testa. Insiste e il genio di Totti gli serve un pallone preciso che il bosniaco deposita in rete con scioltezza. Ci prende gusto e, su assist di Salah, chiude la partita sul 4-0.

Spalletti 7: questa volta la sua Roma vince e convince.