Il punto sul mercato della Roma: si chiude per Jesè?

A poche ore dall'inizio del mercato di Gennaio, la Roma è attiva sia in entrata che in uscita per sistemare il centrocampo e l'attacco

Il punto sul mercato della Roma: si chiude per Jesè?
Il punto sul mercato della Roma: si chiude per Jesè?

La Roma si sta muovendo ormai da diversi giorni per trovare un vice Salah per il mese di Gennaio ma non è l'unico fronte aperto per i giallorossi che puntano a sostituire anche Iturbe e a rinforzare soprattutto il centrocampo, con uno o addirittura due elementi viste le difficoltà di Gerson.

DIFESA- Nel reparto arretrato non dovrebbero registrarsi arrivi importanti, ma solo cessioni in prestito o a titolo definitivo: è il caso di Seck e Skorupski che interessano al Sassuolo uno (prestito) e al Torino l'altro, dato che Hart a Giugno dovrebbe tornare in Inghilterra.

CENTROCAMPO- In questo reparto la Roma è ovviamente più attiva: se in uscita sembra voler blindare Nainggolan dagli assalti del Chelsea, in entrata ci sono in ballo diversi nomi. Il primo è quello di Lorenzo Pellegrini. L'asse con il Sassuolo è molto caldo, i giallorossi vantano una prelazione sul loro giocatore che tanto bene sta facendo in Emilia e potrebbero forzare la mano per riportarlo a casa anche prima di Giugno per evitare i rapaci della Juventus. Un altro nome è quello di Giaccherini che però, malgrado lo scarso impiego, sembra intenzionato a giocarsi le sue carte a Napoli; più percorribile appare la pista che porta al giovane Sanson del Montpellier, classe 96' è un pupillo del DS Massara e potrebbe rappresentare un'ottima ancora di salvezza in caso di bisogno.

ATTACCO- Si scrive attacco, si legge esterni offensivi: la Roma è alla ricerca del vice Salah e ha almeno sei piste (se non sette) aperte. Il nome più caldo è quello di Jesè del PSG per cui la concorrenza non manca. Sembra essere pronto l'accordo per un prestito a tre milioni con diritto di riscatto a Giugno. Stipendio equamente diviso tra le due società per i prossimi mesi. La partenza dello spagnolo è ventilata anche dal tecnico Emery che ha dichiarato che il ragazzo ha bisogno di giocare di più. L'altro nome clou, anche se in discesa, è quello di El Ghazi dell'Ajax che sogna l'Italia ma non viene assecondato dal suo club. 12 milioni la richiesta, troppi per la Roma, che sta abbandonando il tavolo in favore della Lazio.

Un nome invece più abbordabile è quello di Musonda del Chelsea, alla ricerca di una piazza dove giocare e crescere il giocatore potrebbe approdare a Roma in prestito, dopo la non idilliaca esperienza al Betis Siviglia. Ci sono poi tre nomi: Defrel, Borini e Papu Gomez che sono estremamente complicati da realizzare a Gennaio in quanto dichiarati incedibili con richieste alte dalle rispettive squadre, ma che potrebbero diventare realtà a Giugno; in particolare Borini e il Papu sarebbero ben disposti ad approdare (o tornare nel caso dell'italiano) alla corte giallorossa per puntare a un salto di qualità.