Roma, Nainggolan: "Abbiamo bisogno di una nuova casa. L'Inter? Sarà una bella partita"

Il centrocampista belga ha parlato ai microfoni di Sky Sport, spaziando a trecentosessanta gradi tra la questione stadio, la sfida al Lione e, ovviamente, la partita contro l'Inter.

Roma, Nainggolan: "Abbiamo bisogno di una nuova casa. L'Inter? Sarà una bella partita"
Roma, Nainggolan: "Abbiamo bisogno di una nuova casa. L'Inter? Sarà una bella partita"

Nemmeno il tempo di tirare il fiato dopo la partita di ieri contro il Villarreal, che in casa Roma ci si è proiettati immediatamente alla sfida contro l'Inter di domenica sera. Gara di assoluta importanza quella che i capitolini affronteranno a San Siro contro l'Inter, scendendo in campo nell'intento di tenere a bada il ritorno della squadra di Stefano Pioli, oltre che provare a mantenere intatte, o addirittura aumentare, le distanze, dal Napoli terzo della classe. Del momento della squadra giallorossa, e del prossimo futuro che attende la banda Spalletti, ha parlato Radja Nainggolan, ai microfoni di Sky Sport 24. 

“E' un buon momento per me, ma anche per la squadra perché stiamo avendo continuità di risultati anche se siamo un po' dietro rispetto alla Juve. Abbiamo anche il Napoli dietro che corre, la classifica è molto corta ed il campionato molto difficile. Spero di continuare così e spero che la squadra possa continuare a ottenere tante vittorie. Abbiamo sbagliato qualche partita dove potevamo fare meglio, adesso dobbiamo concentrarci sulle partite che arrivano e fare bene come in questo momento". 

Il primo sguardo il ninja lo rivolge all'Inter, avversaria diretta di domenica sera, ed al suo allenatore, Stefano Pioli: "Lo conosco bene, il mio primo campionato intero l'ho fatto con lui. Lo ringrazio per la crescita che ho avuto. Mi è sempre piaciuto il suo modo di lavorare, si vedono i risultati nell'Inter dove ha fatto un lungo percorso. Sarà una partita difficile, con tanti giocatori di qualità. Spero uscirà una bella partita e che riusciremo a vincere". Successivamente, invece, riguardo ad un contatto con l'Inter in sede di mercato il belga ex Cagliari prosegue così: "Personalmente no, sono cose che non conosco, riguardano le società".

Dall'Inter alle cose di casa, con un parere sulla eventuale conferma di Luciano Spalletti per il prossimo anno e quanto può risultare importante per il futuro della squadra: "Si vedono i risultati, è un grande allenatore che chiede tanta disciplina tattica. Noi cerchiamo di dare il massimo per fare il suo gioco anche se non è facile. I risultati con lui sono ottimi, per me è ancora meglio". Inoltre, un rapido passaggio anche sul nuovo ruolo che il tecnico di Certaldo gli ha costruito addosso in questa stagione, da rifinitore che agisce dietro la punta con compiti di incursione: "Il primo allenamento l'ho fatto da mediano, poi ha visto questa nuova posizione per me e ha fatto una buona scelta. Mi piace sempre di più questo ruolo, spero di fare ancora meglio".

Ed infine, non poteva mancare anche una battuta sulla costruzione del nuovo stadio: "Penso sia il nuovo ciclo del calcio. Qui ci sono troppi stadi vecchi, una squadra come Roma deve avere una sua nuova casa per i portare risultati migliori”.