Un'ode turca per Francesco

La squadra turca dell'Antalyaspor, dopo Samuel Etoìo, Mario Balotelli e Claudio Ranieri, tenta un altro big: Francesco Totti.

Un'ode turca per Francesco
Un'ode turca per Francesco

E se avessimo la fortuna di vederlo in campo ancora per un altro anno, o forse due?

Prima Eto'o, oggi plurimilionario attaccante e capitano dell'Antalyaspor. Poi Balotelli, che però è nel mirino anche di Marsiglia, Las Palmas e Galatasaray e che a breve deciderà il suo futuro. Passando per Ranieri, che ha cortesemente declinato il corteggiamento del club turco. L'Antalyaspor, adesso, sogna addirittura Francesco Totti. Il 28 maggio, il giorno di Roma-Genoa, che coincide con l'ultima gara di campionato del torneo di Serie A, stagione 2016/2017, il capitano giallorosso potrebbe salutare definitivamente la Roma. Se fino a poche ora fa pareva ormai scontato l'addio al calcio giocato per Totti, pronto ad accettare la proposta di Pallotta e Monchi che lo vogliono sin da subito dirigente, nelle ultimissime ore si sono infittite indiscrezioni che vedono il 'Pupone' nel mirino della squadra turca della città di Antalya.

Il numero 10, in passato, più precisamente nel caldo, afoso luglio di due anni fa, è stato già energicamente corteggiato dalla squadra attualmente allenata da Riza Calimbay. Gli sarebbe stato offerto un contratto annuale, con opzione di rinnovo per il secondo, a circa 2 milioni di euro annui. Al momento resta solo ed esclusivamente un 'pour-parler' e di certo in piedi non esiste alcuna trattativa. E' davvero molto difficile che Totti, dopo un'intera carriera vissuta a difendere la maglia della 'sua' Roma, possa tradire la Capitale per accettare un'offerta con un club di livello nettamente inferiore. Nel frattempo, i tifosi giallorossi, continuano ad attendere la fatidica data del 28 maggio, in cui prepareranno un'epica festa d'addio alla propria bandiera. Certo, fino a quel giorno tutto può accadere. Sappiamo infatti quanta voglia abbia Totti di continuare a calcare il prato verde. Una voglia che giocoforza è costretto a mettere da parte con il trascorrere del tempo, infatti a settembre saranno 41 le primavere collezionate dal fuoriclasse.

Totti si ritira o no? E' il dubbio che assale nelle ultime settimane tutti gli appassionati del gioco del calcio. Questo pomeriggio, un pò a sorpresa, Marcello Lippi non ha escluso che il capitano possa continuare a giocare. Queste le sue parole rilasciate a GR Parlamento: "Ho parlato con lui una decina di giorni fa e non mi ha detto che smette. Tutti dicono che smetterà, ma dalla sua bocca questa frase non è mai uscita, ed è un peccato. A un campione come lui non devono essere gli altri a dire che smette. Dovrebbe essere lui in prima persona a decidere e rendere nota una decisione come questa". La risposta definitiva di Totti la conosceremo tra poco meno di due settimane. Terminerà la propria carriera nella propria squadra del cuore per poi proseguire il proprio lavoro a Trigoria come dirigente oppure andrà a svernare lungo le coste turche del Mar Mediterraneo? Presto il responso.