Roma, arriva Bonato per aiutare Monchi. Prosegue l'affondo per Di Francesco

La Roma saluta Massara che aveva sostituito nel breve periodo Sabatini come DS e accoglie Bonato, che ora lavorerà con Monchi, già da questi giorni ci sono in ballo le scadenze di fine giugno. Il suo arrivo sposta la testa al nuovo mister Di Francesco, ormai imminente.

Roma, arriva Bonato per aiutare Monchi. Prosegue l'affondo per Di Francesco
Bonato, ex Sassuolo

Secondo La Gazzetta dello Sport sarebbe praticamente tutto fatto per lo sbarco di Nereo Bonato a Roma come spalla di Monchi. L'ex Udinese, segnalato da Franco Baldini, prenderà il posto di Frederic Massara. Il dirigente, che fino a quest'anno è stato direttore sportivo dell'Udinese, in passato aveva coperto questa carica anche al Sassuolo, dove aveva stretto rapporti con Di Francesco. Tutti segnali, questi, che il mister abruzzese è sempre più vicino alla società giallorossa, con piccoli dettagli da rimuovere per portare l'ex giocatore proprio della Roma nuovamente a lavoro a Trigoria. Proprio con uno scudetto aveva lasciato la Roma e proprio con l'idea, molto ambiziosa e difficile, di rivincerne uno da mister dovrà tornare.

Con lui, Bonato, Baldissoni, e ovviamente Monchi, bisognerà delineare quei pochi giorni ancora di ferie di giugno, e come iniziare il lavoro estivo senza errori, sapendo che dal prossimo 5 luglio (col raduno giallorosso), passando per i vari ritiri in Trentino e USA, la Roma avrà un mese e mezzo di lavoro sereno, senza il preliminare di Champions League da affrontare. Un lavoro che sarà impostato con una rosa il più possibile completa. Ecco perché la Roma sta lavorando su più fronti, sia sui rinnovi interni che sul mercato esterno: il primo nome, collegato a quello di Di Francesco, è Pellegrini, centrocampista del Sassuolo. Poi spazio alla chiara volontà di puntellare i big: dei grandi, solo Rudiger è in procinto di lasciare. Sembrano confermati invece Nainggolan, Salah (dato partente, ma solo in caso di una offerta irrinunciabile), Manolas e Paredes.

Insomma non proprio piccole ambizioni, quelle romaniste, che sono da provare alla sfida di luglio, il mese degli acquisti veri, ufficiali e confermati. Il mese della risposta di Totti sul fronte della dirigenza e anche il mese in cui molti dubbi di questi giorni sull'infinito problema dello Stadio dovrebbero chiarirsi.