Il Cesena ferma la Sampdoria. Finisce 0-0 a Marassi

Finisce 0-0 il primo anticipo della 31^ Giornata di Serie A tra Sampdoria e Cesena. I doriani le hanno provate tutte per portare a casa i tre punti, ma i bianconeri sono riusciti a reggere l'onda d'urto dei 4 attaccanti blucerchiati e hanno portato a casa un punto prezioso. Mihajlovic imbestialito a fine partita

Il Cesena ferma la Sampdoria. Finisce 0-0 a Marassi
Sampdoria
0 0
Cesena
Sampdoria: (4-2-3-1): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Mesbah; Palombo (Soriano), Obiang; Muriel (Correa), Eto'o, Eder; Okaka. All. Mihajlovic
Cesena: (4-3-1-2): Agliardi; Perico, Volta, Krajnc, Lucchini; Giorgi (Cazzola), Mudingayi (Ze Eduardo), Cascione; Brienza; Succi, Rodriguez (Defrel). All. Di Carlo
ARBITRO: Giacomelli. Ammoniti: Perico, Silvestre, Okaka, Kranijc, Mudingay,
NOTE: Dallo Stadio Marassi di Genova, 31^ Giornata della Serie A Tim 2014/2015.

Finisce 0-0 il primo anticipo della 31^ Giornata di Serie A tra Sampdoria e Cesena. I doriani le hanno provate tutte per portare a casa i tre punti, ma i bianconeri sono riusciti a reggere l'onda d'urto dei 4 attaccanti blucerchiati e hanno portato a casa un punto prezioso. Nono è bastato quindi a Mihajlovic il contemporaneo utilizzo di Eder, Eto'o, Muriel ed Okaka. L'allenatore della Samp ha lasciato il campo scuro in volto

Mihajlovic cambia modulo e passa al 4-2-3-1 schierando a sorpresa tutti i suoi attaccanti: Eder, Eto'o, Muriel ed Okaka. Per il resto formazione migliore, con Soriano che va in panchina. Di Carlo, che deve rinunciare a Defrel e Leali, risponde con un 4-3-1-2: c'è Brienza alle spalle di Succi e Rodriguez

La partita inizia con la Samp che prova a fare la partita, ma il Cesena è molto corto e sempre attento. La squadra di Mimmo Di Carlo si affida al contropiede, mentre i padroni di casa puntanto tutto sull'attacco formato dai 4 tenori. Al secondo minuto per poco Agliardi non combina la frittata, facendosi pressare da Okaka e colpendolo con un rinvio: per sua fortuna la palla termina sul fondo. I doriano sono padroni del gioco, mentre i romagnoli pungono con le veloci ripartenze di Brienza, che impegna Viviano dal limite. Al 10° minuto di gioco ci prova Palombo dal limite, ma Agliargi è bravo a deviare la sfera. Al quarto d'ora è Eder a provare a trovare la via del gol, ma il raddoppio di Cascione è provvidenziale. Al 20° minuto primo quillo del Cesena con Rodriguez, bravo a trovare la conclusione al volo, sulla quale Viviano si distende in tuffo e para. Poco dopo l'azione dell'attaccante cesenate, è Muriel ha mangiarsi una grande occasione: Eto'o va via a due uomini sull'out destro, crossa al centro con la difesa bianconera rimpalla la sfera; Muriel si avventa sulla palla vagante ma la sua conlsuione da distanza ravvicinata termina alta. Al 25° ennesima occasione doriana, con Eder che prova il piazzato, ma sfiora il palo ad Agliardi battuto. E' un piacere per gli occhi ammirare tutta la classe di Samuel Eto'o: dipinge calcio l'attaccante camerunense. Alla mezz'ora ripartenza velocissima del Cesena con Rodriguez che calcia di prima pressato da Silvestre ed impegna seriamente Viviano, costretto ad una parta in due tempi.  Nella parte finale del primo tempo continua ad attaccare a testa bassa la Samp, ma Okaka ed Eder sono ancora imprecisi. Davvero strano che la prima frazione termini sul risultato di 0-0, con i doriano che hanno tirato verso la porta difesa da Agliardi ben 7 volte.

La ripresa inizia con gli stessi 22 in campo e con la Samp a comandare nuovamente il gioco. La prima azione del secondo tempo capita suo piedi di Samuel Eto'o, che salta Cascione e tira in porta, ma Agliardi è ancora una volta pronto e blocca la sfera. Al 52° minuto di gioco protesta la Samp: Eder va via in velocità a Lucchini, che lo tocca e ne causa la caduta, ma l'arbitro Giacomelli lascia correre. Poteva starci il penalty per la squadra di casa. Dopo 10 minuto di attaccchi continui dei padroni di casa, il match cala inevitabilmente di velocità, e gli allenatori iniziano a studiare qualche cambio. Nel Cesena entra Defrel per Rodriguez, mentre nella Samp esce Muriel ed entra Correa. Si innervisce il match, ed Okaka e Mudingay finiscono sul taccuino del signor Giacomelli in pochissimi minuti. L'attaccante doriano colpisce con una gomitata Lucchini, ma fortunatamente si becca solo il giallo. Al 76° è anche sfortunata la Samp: angolo di Palombo sul quale si avventa Romagnoli che colpisce di testa a botta sicura, ma Lucchini è strepitoso ed in scivolata salva la palla sulla linea. Padroni di casa ancora una volta vicini al vantaggio, con De Silvestri che esplode un destro dall'interno dell'area che termina di pochissimo a lato. Nel finale di partite la squadra di Mihajlovic le prova tutte, ma la palla non vuole proprio saperne di entrare. Termina quindi 0-0 la sfida di Marassi, con la Samp stoppata, con non poco stupore, dal Cesena.