Samp d'orgoglio, Zenga: "Quest'anno possiamo divertirci"

L'allenatore dei blucerchiati sorride al termine della gara del San Paolo che ha visto la sua squadra recuperare il doppio svantaggio al Napoli di Higuain. Premiata sicuramente la voglia di non mollare mai. Queste le parole dell'uomo ragno al termine della gara ai microfoni di Mediaset Premium.

Samp d'orgoglio, Zenga: "Quest'anno possiamo divertirci"
Samp d'orgoglio, Zenga: "Quest'anno possiamo divertirci"

Un tempo per parte. Un punto per parte. Finisce 2-2 al San Paolo tra Napoli e Sampdoria, con una delle due fazioni che recrimina per il vantaggio sperperato e l'altra che si mangia le mani per gli errori commessi in partenza, nonostante la grandissima prova d'orgoglio. Già, non era semplice tornare in partita dopo aver subito le due sberle di Higuain nel primo tempo, ma Eder e la Samp hanno riscattato un primo tempo opaco per strappare un punto tutto sommato giusto dallo stadio di Fuorigrotta. 

"I ragazzi alla fine del primo tempo hanno capito cosa non andava e sono stati bravi. Hanno dimostrato grande carattere e che quando si mettono a giocare si possono divertire. Nella ripresa abbiamo messo a posto due cose che non funzionavano e la squadra si è messa in campo meglio ed ha usufruito di alcune situazioni importanti. Con quei due là (Eder e Muriel, ndr) davanti son problemi per tutti". Questo il commento a caldo del mister della Doria Walter Zenga, che è ovviamente soddisfatto per la reazione dei suoi, un pò meno per gli errori grossolani della sua linea difensiva nel primo tempo. 

"Abbiamo subito due gol in fotocopia, le punte partivano troppo strette, i centrocampisti sbagliavano i movimenti e non trovavano le giuste distanze e così Insigne e Higuain, che sono grandi giocatori, ci hanno messo in difficoltà. Bravi i miei ragazzi a crederci, se Reina non avesse fatto quella parata staremmo parlando di un altro risultato".

Archiviata la gara contro il Napoli, si pensa al futuro, soprattutto quello recente, con il mercato che chiude i battenti: "Sono contento che chiuda domani. Gli assalti ai nostri giocatori si possono anche respingere. Vorrei che i miei giocatori restassero con me, quest’anno possiamo divertirci. Ho un gruppo di professionisti grandissimi che lasciano i problemi fuori lo spogliatoio".

L'uomo del momento, in casa Samp, per i due gol di stasera, i quattro in due gare di campionato, è ovviamente Eder, che ha risposto così alle voci che lo vogliono lontano dalla Sampdoria: "L'interessamento dell'Inter? In questo momento penso soltanto alla Sampdoria è darò tutto con questa maglia fino a che sono qui, ma certamente fa piacere essere cercato da una società importante come l'Inter. La prossima maglietta? Quella della Nazionale..".