Soriano: "Contento di essere rimasto. Testa al Bologna"

Torna a parlare dopo la sosta per gli impegni con le Nazionali Roberto Soriano, centrocampista della Sampdoria che era al centro di numerose voci di mercato. Prima il Milan, poi il passaggio al Napoli sfumato all'ultimo secondo: l'italo-tedesco, tuttavia, ai microfoni di Premium Sport si dice contento della sua permanenza a Marassi.

Soriano: "Contento di essere rimasto. Testa al Bologna"
Soriano: "Contento di essere rimasto. Testa al Bologna"

Archiviata la lunga estate caldissima e soprattutto la finestra di calciomercato che ha tenuto con il fiato sospeso tifosi, allenatori e giocatori invischiati in trattative roventi dell'ultimo secondo, le squadre di Serie A sono tornate al lavoro in vista del ritorno in campo dopo la sosta per le Nazionali. E' il caso, come per le altre, della Sampdoria di Walter Zenga, che ritrova i suoi oriundi azzurri Soriano ed Eder dopo le due sfide contro Malta e Bulgaria. 

Proprio il tedesco ed il brasiliano non hanno fatto dormire sonni tranquilli all'ex portierone di Inter e Sampdoria, che sul gong dello scadere del mercato ha tirato un enorme sospiro di sollievo per le trattative poi sfumate che avrebbero dovuto portare i due gioiellini doriani rispettivamente a Napoli ed in maglia neroazzurra. Il caso più rovente, ma anche maggiormente eclatante, è stato quello di Soriano, che era ad un passo dal trasferirsi all'ombra del Vesuvio. Mancanza di tempi tecnici, o meno, l'affare non si è concluso nonostante il placet delle tre parti in causa, con il trequartista all'occorrenza mezzala che ha disfatto le valigie per rimettersi a disposizione dell'uomo ragno. 

In vista della sfida di domenica contro il Bologna, proprio Soriano è intervenuto ai microfoni di Premium Sport per parlare della vicenda di mercato, prima di rilanciare tra una parola di circostanza ed un'altra i suoi propositi per questo inizio di stagione con la maglia blucerchiata: "I tifosi sono contenti sia rimasto? Lo sono anche io, proprio come loro. Ero e sono un giocatore della Sampdoria. C’era una trattativa, è vero, ma è acqua passata. Ora devo solo concentrarmi sulla partita di domenica e fare il meglio. Tolta la prima partita in Europa League abbiamo iniziato bene. E sono contento di ritrovare tutti: il gruppo è la nostra forza. Io e Eder siamo a casa da ieri e vogliamo ricominciare con i tre punti". 

Il buon inizio della Samp non è stato tuttavia condizionato dalle mille e più voci di mercato. Eder ha svolto comunque il suo compito alla perfezione, realizzando quattro reti in due gare, che hanno lanciato i doriani a quota quattro in classifica. In vista del ritorno a Marassi, dove la Samp ha stracciato il Carpi nella prima giornata di campionato, Soriano analizza la sfida che lo vedrà impegnato assieme ai suoi compagni contro i felsinei di Delio Rossi: "Il Bologna è organizzato, ma noi giochiamo a Marassi e faremo di tutto per vincere. Quello dello scorso anno è stato un bel campionato, malgrado il calo finale. Cerchiamo di fare più punti possibili, sono convinto la squadra sia forte ma bisogna confermarlo. Ora alleniamoci e basta".

Infine, il mediano spegne, per ora, tutte le voci su un futuro passaggio al Napoli già a gennaio: "Se mi sono fatto delle idee per gennaio? Ribadisco: a Genova sto bene, d’altronde sono sei anni che sono qui, al resto non penso proprio". 

I buoni propositi a Bogliasco vengono rilanciati anche da Luis Muriel, protagonista nelle prime due gare con due gol alla prima e con una prova scintillante a Napoli: "Siamo partiti col piede giusto ma ora dobbiamo concentrarci sul Bologna, stiamo facendo bene e speriamo di poter proseguire cosi. Si respira una bella atmosfera qui, ogni volta che ci si allena lo si fa con allegria e tanta voglia e questo è importante perché ci dà forza per continuare a fare bene durante tutto il campionato. L'intesa con Eder sta crescendo, sono molto felice che sia rimasto alla Samp, ci potrà dare una grossa mano. Rodriguez è un giocatore che la butta dentro ed è importante, Carbonero è un grande giocatore cosi come Lazaros, che in questi anni al Verona ha fatto molto bene".