La Sampdoria cade a Marassi, Montella è realista: "Dobbiamo ancora conquistarci la salvezza"

Il tecnico Doriano è intervenuto in conferenza stampa dopo la pesante sconfitta casalinga con il Chievo Verona: "Quando si perde c’è grande delusione" afferma l'ex Viola. Con lui anche Viviano, protagonista con alcune super parate: "Oggi è stato fatto un passo indietro".

La Sampdoria cade a Marassi, Montella è realista: "Dobbiamo ancora conquistarci la salvezza"
La Sampdoria cade a Marassi, Montella è realista: "dobbiamo ancora conquistarci la salvezza"

E' un Vincenzo Montella amareggiato quello che si è presentato nella rituale conferenza stampa a seguito dello scivolone interno con il Chievo Verona. La squadra di Maran ha meritato sul campo i tre punti, mettendo in grande difficoltà una Sampdoria poco precisa, scarna di protezione e spenta in fase di costruzione: "Dobbiamo ancora conquistarci la salvezza" - così esordisce l'ex Aeroplanino che poi, allarga le sue considerazioni - "Nel primo tempo siamo stati bravi a rimanere in partita anche con le parate di Viviano che hanno tenuto il risultato. Nel secondo tempo avremmo meritato il pareggio non con logica di gioco ma con occasioni da rete. Non abbiamo fatto un passo in avanti, non siamo stati bravi nel capire il risultato, sapevamo che avevamo un avversario che non faceva giocare bene e complimenti al Chievo".

C'è grande rammarico in casa Doria, soprattutto perché, come affermato anche dallo stesso Montella, il periodo dei Doriani non era negativo, e questa sconfitta, arriva proprio in un momento inatteso, rimettendo in discussione i piani blucerchiati in vista del finale di stagione: "Avevamo un trend positivo in linea con le nostre caratteristiche credo che la squadra abbia le caratteristiche per fare bene da qui alla fine del campionato. Nel primo tempo a livello nervoso eravamo scarichi e nel secondo tempo abbiamo dato qualcosa in più rispetto al primo. Quando si perde c’è grande delusione e amarezza, quando si vince si sta meglio e comunque dobbiamo reagire, cosa che mi aspetto dalla squadra".

Ora c'è la sosta delle Nazionali, ideale per analizzare al meglio quello che non è andato e per ricaricare le batterie in vista dell'infuocato finale di stagione: "Arriva la sosta ci riposiamo anche mentalmente, andiamo in un campo difficile con una squadra forte, i punti valgono lo stesso che con le altre squadre".

Al termine del match, in casa Sampdoria, ha parlato anche Emiliano Viviano, assoluto protagonista del match, con alcune parate decisive, tra cui anche un calcio di rigore: "Spiace, è una sconfitta che fa male, anche per la classifica" esordisce l'esterno difensore. "Abbiamo fatto meno, a livello di prestazione, delle ultime partite. Oggi è mancato qualcosa, però noi sappiamo che dobbiamo lottare e soffrire. Se avessimo vinto oggi saremmo stati più calmi, ma dobbiamo andare a prendere punti la prossima settimana a questo punto. Il mister ha delle impressioni migliori di noi, guarda la partita da fuori: io non sempre sono lucido, stando in campo. Secondo me una delle soluzioni è che a volte dobbiamo avere più pazienza, cerchiamo di fare un gioco molto manovrato, con squadre che si sanno chiudere bene." Viviano conclude, analizzando le problematiche da migliorare in vista dei prossimi impegni:  Dobbiamo giocare più velocemente la palla. Oggi non abbiamo fatto nulla di tutto ciò, attaccando in modo poco intelligente e in maniera casuale".