Sampdoria, Giampaolo: "Con il Milan gioca Praet. Contento di essere qui"

Nella conferenza pre-partita il tecnico blucerchiato annuncia il debutto della stellina belga del primo minuto, complice la squalifica di Alvarez e mette in guardia i suoi dal sottovalutare il Milan.

Sampdoria, Giampaolo: "Con il Milan gioca Praet. Contento di essere qui"
Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria.

Il tecnico della Samp ha tenuto quest'oggi all'ora di pranzo la classica conferenza stampa della vigilia per la partita di domani sera contro il Milan. Uno dei temi scottanti è il debutto della stellina belga Praet e infatti la domanda arriva subito, chiara e diretta come del resto la risposta del tecnico: Chi gioca trequartista? Praet di sicuroe il primo dubbio di formazione è già chiarito. Giampaolo poi continua a parlare del giocatore belga: “È un trequartista nato. Ha i numeri, buona visione di gioco e presto si integrerà al meglio”.

Dopo aver svelato la titolarità di Praet, Giampaolo parla anche dei suoi avversari: “Milan? sarà una gara complicata. Le loro caratteristiche sono simili a quelle che Montella richiede e attualmente hanno una classifica peggiore rispetto a quella che meriterebbero.” Al tecnico della Samp è poi stata rivolta anche una domanda, inevitabile, riguardo il suo mancato approdo nella squadra rossonera a cui ha risposto con il suo classico aplomb: “Venni contattato, ma io sono contento di quello che ho: la Samp, che è una bella società, molto corretta.” Una parentesi il tecnico blucerchiato la fa anche sull'avventura di Montella sulla panchina della Sampdoria la scorsa stagione: “A Genova ha avuto delle difficoltà ad entrare a campionato in corso, ma la sua storia parla chiaro.”

Inevitabile anche l'analisi a freddo della sconfitta patita contro la Roma: “Ci ha detto tante cose. Ci ha insegnato molto. Siamo parzialmente soddisfatti di quanto fatto vedere, anche se meno della metà delle cose viste all'Olimpico mi hanno soddisfatto. Difatti abbiamo perso 3-2, ma pensare al passato fa male. La differenza nella partita l'ha fatta la capacità della Roma di accendersi subito, mentre noi abbiamo bisogno di qualche minuto di gioco per attivarci e rendere al meglio”.

La chiusura è dedicata a Ricky Alvarez: “Mi dispiace per l'ingenuità di Alvarez, che stava giocando bene e che pagherà a caro prezzo il suo errore saltano la partita con il Milan”.