Serie A - Dopo Samp-Crotone Nicola crede alla salvezza, Puggioni chiede tranquillità

Tutte le voci del post partita di Sampdoria-Crotone, terminata 1-2 a Marassi.

Serie A - Dopo Samp-Crotone Nicola crede alla salvezza, Puggioni chiede tranquillità
Serie A - Nicola crede alla salvezza, Puggioni chiede tranquillità

Ottima, ottima vittoria esterna del Crotone che, con uno sforzo straordinario, riesce a tenere viva la corsa salvezza nonostante la clamorosa vittoria dell'Empoli, uscito con un 2-1 dalla sfida di San Siro contro il Milan. Tre punti d'oro per i calabresi, che riescono ad alzare il proprio livello di gioco proprio quando una magia di Schick manda in vantaggio la Samdpdoria. Le reti di Falcinelli e Simy firmano la rimonta che tiene i ragazzi di Nicola a -5 dal miracolo che gli permetterebbe di restare in Serie A.

Il primo a presentarsi ai microfoni nel post partita è stato proprio il bomber del Crotone, autore del suo dodicesimo gol stagionale. Falcinelli ha sottolineato come la spinta di Nicola abbia fatto la differenza nella serie positiva dei rossoblù, capaci di portare a casa dieci punti nelle ultime quattro uscite: "Il mister ci sprona continuamente. Abbiamo ancora 5 partite e proveremo a vincerle tutte. Oggi abbiamo vinto con una grandissima gara contro una grandissima squadra. Battere la Sampdoria non è facile. Ci crediamo sempre di più, proviamo a vincerle tutte. Siamo cresciuti tanto, non ci possiamo rimproverare nulla facendo oggi una grandissima partita". 

Sugli stessi toni anche Davide Nicola, che ha parlato ai microfoni di Sky celebrando proprio il percorso dei suoi, risorti proprio quando le speranze sembravano ridotte al lumicino. Al contempo, però, anche l'Empoli ha trovato sette punti in tre partite, non permettendo agli avversari diretti di accorciare il gap, ma nonostante questo l'allenatore ex-Livorno continua a spingere i suoi, convinto di poter mettere in campo un finale di stagione oltre le aspettative. Inoltre, Nicola ha posto l'attenzione anche sulle novità tattiche che hanno permesso ai suoi ragazzi di imporsi in tre delle ultime quattro partite. "Abbiamo fatto un percorso che ci ha portato a raccogliere 10 punti in 4 partite. Vogliamo continuare ad acquisire consapevolezza di noi stessi e proveremo a fare il massimo da qui alla fine, anche se anche l'Empoli continua a vincere ed il gap non si assottiglia. Durante le partite alziamo ed abbassiamo baricentro in base al tipo di gara, cambiamo strategie in base agli avversari, abbiamo faticato perché la Samp era messa bene, sono forti, ma abbiamo dato tutto riuscendo a portare a casa una vittoria importantissima. Salvezza? Degli altri ci importa relativamente, li guarderemo alla fine. Ora dobbiamo pensare a noi, voglio gratificare i ragazzi per quello che stiamo facendo, soprattutto per quanto fatto nella ripresa. Abbiamo cambiato modo di aggredirli nella ripresa, aspetto che ci ha premiati. Per le qualità e le caratteristiche che abbiamo, l'idea è sempre stata quella di costruire le azioni in ripartenza, provando a costruire col portiere o con la difesa. Oggi volevamo meno possesso di palla in verticale, ma avevamo bisogno di cambiare più spesso il gioco sulle fasce allargandoli, e così è stato".

Decisamente diverso, invece, l'umore in casa Sampdoria: i blucerchiati incappano nella seconda sconfitta consecutiva, ancora per due a uno ed ancora in rimonta dopo un gol di Schick come a Reggio Emilia con il Sassuolo. Marco Giampaolo, abbastanza laconico, ha voluto porre l'accento sulla grande partita giocata dagli avversari quest'oggi, godendosi di contro l'ennesima grande prestazione proprio di Patrick Schick, un vero tesoro in prospettiva per la Samp. "Il Crotone ha meritato la vittoria, noi abbiamo avuto anche diverse occasioni per vincere la gara. Ma ripeto, il successo del Crotone è meritato. Schick? Ha segnato un gol capolavoro, ha grandissimi margini di miglioramento. Il presidente Ferrero non ha garantito nulla sul futuro del ragazzo, è ancora troppo presto, ma mi auguro di vedere una Sampdoria sempre competitiva".

A fargli eco il portiere Christian Puggioni che, oltre ad analizzare la sconfitta, ci tiene a placare subito i malumori e a non buttare via quanto di buono fatto in stagione negli stessi 90 minuti a Marassi, nonostante il risultato. Analizzate le situazioni in cui i doriani hanno incassato i due gol, il portiere ha provato a trasmettere serenità in vista delle prossime due trasferte: “Io credo che siano capitate due situazioni, con una palla sporca e un contropiede, in cui i nostri avversari sono arrivati a segnare. Non sarà sicuramente stata la miglior Sampdoria nel secondo tempo, ma questo non cancella quanto di buono fatto finora. Ci avrebbe fatto piacere per primi avere tre punti in più: ora dobbiamo ripartire son serenità dalle prossime due trasferte. Non dobbiamo avere la volontà di trovare fantasmi che non esistono, come il discorso dei gol subiti sulle palle inattive. Bisogna avere la tranquillità di realizzare le cose come sono e valutarle, lasciando da parte l’emozione del momento per un risultato che non ci si aspettava. L’allenatore e la squadra accanto a lui non vogliono disperdere nulla di quanto fatto finora: a tutti piacerebbe sorridere sempre, ci possono essere delle partite in cui gli avversari si esprimono meglio. Fa male perché uno pensa che la distanza di punti tra Sampdoria e Crotone generi un gap in campo, ma la Serie A è questa. E qualsiasi evento può spostare l’ago della bilancia”.