Sampdoria - Duvan Zapata il dopo-Schick: Munir il piano B. Dodò in uscita, Nizza pronto all'assalto

Con il brasiliano via può arrivare Strinic, sempre dal Napoli, con cui proseguono le trattative per l'ex Udinese: 20 milioni l'ultima offerta blucerchiata.

Sampdoria - Duvan Zapata il dopo-Schick: Munir il piano B. Dodò in uscita, Nizza pronto all'assalto
Duvan Zapata esulta dopo un gol con la maglia dell'Udinese. | mediagol.it

La Sampdoria è pronta a chiudere col botto la propria sessione di calciomercato, come dimostrato dal fatto che tutta la dirigenza del club si trovi in questi minuti a Milano, nonostante la classifica veda i blucerchiati come una fra le cinque forze della Serie A ancora a punteggio pieno dopo le prime giornate. Tuttavia, l'addio di Patrik Schick con direzione Roma ha lasciato il reparto offensivo dei genovesi con solo 3 elementi a disposizione, ovvero Quagliarella, Caprari e il troppo acerbo Kownacki: serve una nuova certezza per continuare con il 4-3-1-2.

Marco Giampaolo avrebbe individuato questo rinforzo in Duvàn Zapata, compatibilmente alla disponibilità economica del suo club. L'anno scorso all'Udinese, il colombiano è rientrato al Napoli dove, chiuso da Mertens e Milik, non avrebbe possibilità di giocare: che lui voglia lasciare definitivamente la Campania non è un mistero. Tuttavia tante trattative sondate da diverse squadre del campionato per il sudamericano sono sfumate a causa dell'altissima richiesta dei partenopei, inizialmente pari a 26 milioni di euro. L'assenza di alternative di pari livello ha obbligato i liguri ad iniziare le contrattazioni con un'offerta comunque buona, da 18 milioni, di recente rialzata a 20. Gli azzurri, per ora, non fanno sconti: il cartellino dell'attaccante sarebbe stato inserito in un'offerta, poi rifiutata, per Schick, e a causa di questo sgarbo non c'è intenzione di diminuire la propria valutazione del giocatore, che ha già trovato l'accordo, dalla sua, con i genovesi. Aspettiamoci degli sviluppi nelle prossime ore.

Le complicazioni e le sfumature di questa trattativa stanno obbligando Romei, in ogni caso, a trovare anche un'alternativa, identificata in Munir El Haddadi. Per il suo cartellino c'è stata un primo approccio da 12 milioni di euro nei confronti del Barcellona, che di base ne chiede 20 ma vede comunque il proprio canterano come un esubero da cui monetizzare. Ecco perchè, se fosse necessario, un accordo potrebbe convenire a tutte le parti: anche in questo caso c'è da sondare, ad oggi, la volontà del ragazzo. Più difficile arrivare a Luciano Vietto, di cui sembra che l'Atlético Madrid non si libererà prima di gennaio, quando Diego Costa tornerà quasi sicuramente dai Colchoneros e ridurrebbe perciò al minimo lo spazio a disposizione dell'argentino.

Intanto, i dirigenti stanno anche cercando una sistemazione per Dodò, che reduce da diversi infortuni non fa più parte del progetto attuale. Il brasiliano non ha tantissime richieste in Italia, ma piace all'estero: il Nizza si sta già muovendo a riguardo, in cerca di una riserva per la corsia di sinistra. Per ora si tratta solo di un sondaggio, ma se dovesse andare via il brasiliano si andrebbe a contattare ancora il Napoli per Ivan Strinic (che ha già dato il proprio ok alla trattativa), che non è stato convocato nell'ultima giornata di campionato da Maurizio Sarri e resta un giocatore in uscita. Il croato ha una valutazione di 5 milioni di euro.