Torino, Ventura: "La nostra stanchezza sta influenzando questo finale di stagione"

Il tecnico granata: "Siamo stati in gioco per buona parte della partita, ma i gol ci hanno distrutto psicologicamente". El Kaddouri: "Gol? Era troppo bello per essere vero..."

Torino, Ventura: "La nostra stanchezza sta influenzando questo finale di stagione"
Torino, Ventura: "La nostra stanchezza sta influenzando questo finale di stagione"

Il Torino è stato travolto questa sera dal Genoa: risultato finale 5-1. L’Europa diventa così ormai un miraggio lontano e irraggiungibile per i granta. Così Ventura ha analizzato il match :"La nostra stanchezza sta influenzando questo finale di stagione. Abbiamo fatto campionato ed Europa League con una rosa limitata per i vari infortuni. Sull’1-1 pensavo ancora di poterla vincere nonostante loro fossero più in salute di noi, ma poi al secondo gol loro non avevamo più la forza di reagire. Sino al 2-1 però ero soddisfatto, non sono contento degli ultimi 5’ dove abbiamo preso tre gol evitabilissimi. Ci siamo fermati e questo mi dispiace molto. Abbiamo lavorato molto per migliorare l’immagine del Toro e questi 5’ hanno un po’ intaccato la nostra immagine dopo quanto abbiamo fatto in questi anni, soprattutto in questo. Le poche volte che ci marcavano a uomo abbiamo creato pericoli, ma non ci hanno assistito le gambe laddove c’era la testa. Niang nel primo tempo riceveva e puntava Maksimovic e questo certamente creava un po’ di difficoltà. Maksimovic è anche giovane e deve farsi ancora un po’ di esperienza"

El Kaddouri: "Il risultato non rispecchia l'andamento della partita. Dopo il pari pensavamo si poterla vincere. Poi la punizione ci ha tagliato le gambe e negli ultimi dieci minuti abbiamo mollato, commettendo un grave errore. Non doveva succedere. Ora sappiamo che l'europa è difficile, ma giocheremo le restanti partite al massimo per non rovinare quanto di buono abbiamo fatto. Fisicamente oggi non stavamo andando bene: abbiamo piu che altro mollato di testa. Personalmente provo a giocare tutte le partite al massimo: cerco di dare continuità, a volte succede a vte no. La punizione? Me la sentivo e mi è andata bene, era troppo bello per essere vero e infatti poi sono stato io a deviare dalla barriera la punizione di Costa...".