Risultato Torino - Palermo, Serie A 2015/16 (2-1): Gonzalez fa e disfa, Benassi decide

Risultato Torino - Palermo, Serie A 2015/16 (2-1): Gonzalez fa e disfa, Benassi decide
Torino
2 1
Palermo
Torino: (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Zappacosta, Benassi (dal 70' Acquah), Baselli (dal 66' Obi), Vives, Molinaro; Quagliarella, Maxi Lopez (dal 63' Gaston Siilva). All.: Ventura.
Palermo: (3-4-2-1): Sorrentino; Struna, Gonzalez, El Kataouri; Rispoli (dal 51' Gilardino), Hiljiemark, Chochev, Daprelà (dal 74' Lazaar); Vazquez, Trajkovski (dal 82' La Gumina); Quaison.
SCORE: 1-0, min 44, Gonzalez (aut); 2-0, min 48, Benassi; 2-1, min 71, Gonzalez;
ARBITRO: Mariani ammonisce Rispoli (P), Bovo (T), Molinaro (T), Vazquez (P), Struna (P), Padelli (T), Quaison (P), El Kaoutari (P). Espulso: Molinaro (T), Obi (T).
NOTE: Sesta giornata del campionato di calcio di Serie A. Allo stadio Olimpico di Torino, Torino-Palermo. Calcio d'inizio ore 15.

Grazie a questo successo il Torino di Ventura è secondo in classifica, in attesa della sfida di stasera della Fiorentina a milano contro l'Inter. Per quest'oggi è davvero tutto amici lettori di Vavel Italia, Andrea Bugno e la redazione calcio di Vavel vi ringraziano per la cortese attenzione e vi danno appuntamento a stasera per la diretta di Inter-Fiorentina sempre in nostra compagnia. 

I granata di Ventura sembrano ipotecare il successo ad inizio ripresa, quando un eurogol di Benassi spegne le voglie di rimonta dei rosanero. L'espulsione di Molinaro rimette tutto in discussione ed il gol di Gonzalez riapre i giochi. Gli ultimi venti minuti di gara sono emozionanti, ma premiano i granata che ringraziano anche la traversa che li salva sul colpo di testa finale di Struna. 

FISCHIO FINALE! IL TORINO BATTE SOFFRENDO E NON POCO IL PALERMO! DECIDE IL GOL STREPITOSO DI BENASSI! PALERMO SFORTUNATO! 

95' HILJEMARK!!! BLOCCA PADELLI LA CONCLUSIONE DELLO SVEDESE!

94' Si immola Glik, respinge il polacco. Lazaar pennella col mancino, Gila gira di testa, palla a lato. 

93' STRUNA!!! TRAVERSA DI STRUNA!!!! ANCHE SFORTUNATISSIMI I ROSANERO!

92' Torino tutto nella propria trequarti difensiva, il Palermo ha 5 uomini in area di rigore. 

5 minuti di recupero. Attacca il Palermo. 300 secondi di speranze per gli ospiti, di sofferenza per il Torino. 

ROSSO PER OBI! BRUTTISSIMO FALLO DI OBI SU VAZQUEZ CHE AVEVA SALTATO VIVES CON UN TUNNEL, L'EX INTER HA VENDICATO STUPIDAMENTE IL COMPAGNO! 

88' Giallo per Quaison per un fallo su Vives: si scaldano gli animi in questi ultimi minuti. 

87' Cross sbilenco di Lazaar dalla sinistra. Palla che finisce in prossimità della curva dei sostenitori granata. 

85' CHOCHEV! Sul cross dalla sinistra di Lazaar si gira in mezza rovesciata al centro dell'area ma svirgola. Blocca Padelli. 

83' CONTROPIEDE TORINO! QUGLIARELLA SI LIBERA SULLA DESTRA, VIENE SERVITO PERFETTAMENTE DA ACQUAH, MA CALCIA ALTO! 

81' E' pronto anche La Gumina per Iachini. Uscirà Trajkovski. 

79' QUAGLIARELLA! Servito sul secondo palo da Obi, calcia di destro a volo: blocca Sorrentino.

78' Zappacosta libera Acquah in area di rigore, ma il cross dell'ex parmense è sbagliato e viene liberato da El Kaoutari. 

75' QUAISON! Svetta su Gaston Silva di testa sull'assist di Vazquez, che si è acceso improvvisamente: palla di poco alta sopra la traversa. 

Esce Daprelà, dentro Lazaar. Cambio offensivo per Iachini, che si gioca la seconda carta a disposizione nel mazzo. 

73' Spinge ancora il Palermo, alla ricerca del pareggio. Ultimi 20 minuti di gioco all'Olimpico, con il Torino in 10 che soffre dopo l'espulsione di Molinaro. Pronto anche Lazaar negli ospiti. 

71' GONZALEZ!!!! DIMEZZA LO SVANTAGGIO IL PALERMO! VAZQUEZ SI LIBERA BENE SULLA TREQUARTI, IL DIFENSORE SVETTA IN AREA E GIRA SUL SECONDO PALO! 2-1!

70' Ultimo cambio per Ventura: esce Benassi, autore del secondo gol, dentro Acquah. 

66' Giallo anche per Struna, che commette fallo su Baselli. Pronto anche Obi ad entrare in campo: è proprio l'ex atalantino ad uscire dal terreno di gioco per un problema al ginocchio. . 

64' Si vede il Palermo: cross di Quaison per Gilardino, Glik chiude sul primo palo. 

63' Pronta la contromossa di Ventura: esce Maxi Lopez, dentro Gaston Silva. Staremo a vedere se sarà lui o Moretti a fare il terzino di sinistra. 

61' CHE INGENUITA' DI MOLINARO! ESPULSO IL TERZINO! 

60' Destro di Bovo deviato in angolo. 

59' Una sola squadra in campo in questa ripresa. Il Torino ci prova ancora con Maxi che viene murato da Gonzalez. Sulla respinta Zappacosta conquista una punizione dal limite, spinto da Daprelà. 

56' Il gol del raddoppio ha dato ulteriore aggressitivà e veemenza ai padroni di casa, che vengono spinti da un pubblico in delirio. Fa fatica il Palermo ad uscire dalla propria metà campo. 

53' Ancora Torino in avanti! Benassi tra le linee palermitane si inserisce perfettamente, ma Gonzalez stavolta devia in angolo. 

52' Chochev! Ci prova col mancino dalla distanza, palla che si spegne tra le braccia di Padelli. 

51' Esce Rispoli, dentro Gilardino. Non cambia modulo Iachini, che sposta Quaison sulla destra. 

50' Sarà Gilardino la prima mossa di Iachini, ma il Torino continua a spingere. Zappacosta trova la strada liberissima sulla destra, mette al centro per Maxi Lopez che non riesce ad intervenire sulla sfera. 

Maxi Lopez imbecca con un cross perfetto l'inserimento di Benassi che quasi in scivolata, ma a volo, incrocia sul secondo palo. Un gol di una difficoltà estrema, ma di una bellezza impressionante! 

48' BENASSSSIII!!!! COSA FA BENASSIIII!!!! IL RADDOPPIO DEL TORINO!!!! MARCO BENASSI!!! GOL CLAMOROSO!!! CLAMOROSO!!!!

46' Molinaro cerca l'inserimento centrale di Benassi, ma Sorrentino fa buona guardia. 

SI RIPARTE! SQUADRE PRONTE SUL TERRENO DI GIOCO! QUAGLIARELLA TOCCA PER MAXI LOPEZ! INIZIA LA RIPRESA!

Stanno tornando in campo le squadre. Non sembrano esserci cambi per il momento. 

I risultati dagli altri campi: 

Bologna-Udinese 1-0 (Mounier)
Sassuolo-Chievo 1-1 (Defrel, Cacciatore)
Verona-Lazio 1-0 (Helander)

Partita non esaltante in questi primi 45 minuti. Gara che vive di ritmi bassissimi, con il Torino che prova a sbloccare nei primi venti minuti con Quagliarella e Glik, ma con poca fortuna. Il Palermo riesce a riposizionarsi con ordine e partire in contropiede sfruttando la buona vena di Trajkovski, il più attivo e pimpante del trio offensivo ospite. Lo stesso attaccante del Palermo trova la traversa su punizione, prima dell'autorete di Gonzalez che sblocca il match sul finire di frazione. 

Dai replay si nota come Maxi Lopez non riesca a deviare la sfera, bensì sia Gonzalez, in scivolata a provocare il rocambolesco autogol che ha portato il Torino in vantaggio. 

Maxi Lopez all'intervallo: "Ci tenevo a dimostrare il mio valore. Ho lavorato come tutti gli altri con tanta rabbia e voglia. Sono stato seduto fino ad ora, ma il modo per ripagare la fiducia della gente e del lavoro è questo. Sono contento per il gol". 

FISCHIA MARIANI!!! FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO CON IL GOL ALLO SCADERE DI MAXI LOPEZ! TORINO IN VANTAGGIO ALL'INTERVALLO!

Ottima l'apertura di Baselli sulla sinistra, Molinaro arriva sul fondo e crossa basso, all'altezza del primo palo: l'argentino si tuffa sul pallone e dopo due carambole con Gonzalez e Sorrentino riesce ad insaccare. 

44' MAXI LOPEZZZ!!! IL VANTAGGIO DEL TORINO!!!! ANCHE FORTUNOSO MA IL TORINO LA SBLOCCA! 1-0 PER I GRANATA! 

41' Discesa centrale di Glik palla al piede: Vazquez lo affronta e lo aggancia da dietro. Giallo anche per lui. 

39' TRAJKOVSKI! DESTRO PODEROSO DA CALCIO DI PUNIZIONE CHE SI STAMPA SULLA TRAVERSA A PADELLI BATTUTO! 

37' Brutto fallo di Molinaro in ripartenza su Trajkovski: giallo anche per il terzino sinistro. 

36' Ancora in proiezione offensiva il Palermo: Vazquez si libera di Baselli e serve Quaison, che punta la difesa granata, ma viene chiuso da Vives. 

33' Bella giocata di Quaison sull'uscita in possesso palla di Vazquez: lo svedese con il tacco si libera di Bovo che lo atterra. Secondo giallo del match, primo per i granata. 

Glik viene trattenuto in area di rigore, ma Mariani fischia il fallo in attacco di Moretti, antecedente rispetto al fallo subito dal polacco. 

31' Primo giallo del match. Rispoli atterra Molinaro e viene ammonito. Punizione dal lato corto dell'area di rigore di sinistra per i granata. 

30' Torna in avanti il Torino. Baselli centrale per Maxi che apre sulla destra per Zappacosta: l'ex Atalanta si accentra sul mancino e calcia, svirgolando la conclusione. 

29' Esce bene il Palermo. Struna crea il break ed apre per Trajkovski che punta Moretti e crossa al centro: il centrale granata devia l'assist in calcio d'angolo. 

26' DAPRELA! Prima occasione per il Palermo! Cross dalla destra di Trajkovski, il terzino si inserisce e svetta su Zappacosta all'altezza del secondo palo, ma la sua girata sfiora soltanto l'incrocio dei pali. 

Superata la metà della prima frazione di gioco. Due le occasioni per i granata, con Glik da corner e con Quagliarella, mentre il Palermo non si è ancora fatto vivo dalle parti di Padelli, che si è disimpegnato soltanto in uscita. 

22' Prolungato il possesso palla del Palermo, che però risulta lento e sterile e non trova varchi nella retroguardia granata, piazzata perfettamente sul terreno di gioco da Ventura. 

19' Stavolta il taglio è di Maxi Lopez, ma Gonzalez fa ottima guardia centralmente sull'argentino. Infuriato Iachini con il trio di attaccanti che non riesce a far respirare la propria squadra. 

Un pò in bambola il Palermo in questo inizio. Il torino sta alzando i ritmi del match, sfruttando gli inserimenti senza palla dell'attaccante ex Juve e Napoli. 

16' QUAGLIARELLA ANCORA! Scatta sul filo del fuorigioco ed imbeccato alla perfezione dalle retrovie di Vives cerca il pallonetto in allungo, ma la sua conclusione termina alta. 

14' Prova ad uscire il Palermo, Vazquez cerca lo scambio stretto con Trajkovski, legge benissimo la situazione Moretti che interviene e sventa la minaccia. 

GLIK! Svetta il polacco, ma non trova la porta. 

13' Ancora Torino, ancora un taglio di Quagliarella che parte accanto ad El Kaoutari, che lo chiude in angolo. 

11' Preme il Torino. Sugli sviluppi di un corner, Glik svetta ma non trova la sfera. 

10' QUAGLIARELLA! Prima conclusione in porta del match. Baselli crea il break e serve centralmente il taglio dell'attaccante napoletano che calcia in diagonale ma trova Sorrentino. 

10' Si libera Trajkovski sulla trequarti, punta Moretti e scarica sulla destra per il cross di Rispoli: l'ex Parma crossa per Vazquez e Quaison, ma Padelli è bravo ad uscire in presa alta. 

8' Si sviluppa sulla corsia mancina la trama offensiva del Palermo: Daprelà cerca Quaison spalle alla porta, lo svedese prova il guizzo ma viene fermato da Bovo in scivolata. 

6' Si chiude bene il Palermo sulle punte dei granata. Struna ed El Kaoutari anticipano Quagliarella, ma la ripartenza di Daprelà viene fermata da un passaggio errato dell'ex terzino del Brescia. 

4' Gara molto bloccata a centrocampo. Ci prova Benassi ad aprire sulla destra per Zappacosta, ma il suggerimento è impreciso. Si difende con diligenza il Palermo. 

1' Prima annotazione tattica: sarà Vazquez ad agire da centravanti, maggiormente di manovra, rispetto al classico attaccante che da profondità alla squadra. Quaison e Trajkovski pronti a scattare negli spazi che lascerà la difesa granata. 

SI PARTE! QUAISON TOCCA PER TRAJKOVSKI E SI COMINCIA! E' INIZIATA TORINO-PALERMO!

15.00 Sarà il Palermo a dare il via al match! Tutto pronto per il fischio d'inizio di Mariani. 

14.57 Squadre pronte nel tunnel degli spogliatoi ad entrare sul terreno di gioco. A breve ingresso in campo e rituale del sorteggio. 

14.50 Anche Daniele Baselli ha parlato prima di Torino-Palermo, ai microfoni di Sky Sport: “Siamo soddisfatti del nostro avvio di campionato. Certo, c’è stato il passo falso col Chievo che non ci aspettavamo: è stata una brutta prestazione. Ma ora siamo qui per rifarci. Il mister ha lavorato molto su questo. Abbiamo avuto qualche inizio di partita non ottimale, ma stiamo migliorando. Il Palermo? Ci aspettiamo una partita difficile e un Palermo arrabbiato per le ultime sconfitte. Sarà una partita difficile”.

14.45 Quindici minuti all'inizio della gara. Squadre che hanno ultimato il riscaldamento e sono tornate negli spogliatoi per gli ultimi preparativi in vista dell'inizio del match. 

14.40 Nell'immediata vigilia del match, le parole di Petrachi, direttore del Torino: "Questa può essere la partita di Zappacosta? Noi crediamo molto in lui e abbiamo investito dei bei soldi. Questa è sicuramente una bella occasione. Lui nei primi mesi ha capito quello che vuole Ventura. Certo, non carichiamo troppo di responsabilità questi ragazzi: Torino è una piazza calda, lasciamogli il tempo di maturare. Il mercato? Stiamo già lavorando in prospettiva mercato. In quest’estate abbiamo respinto diverse offerte per calciatori che magari il prossimo giugno sarà difficile trattenere. Ci stiamo già guardando intorno, l’obiettivo è un giovane difensore che possa ripercorrere le orme di quelli che attualmente abbiamo a disposizione, che permetta una futura plusvalenza tecnica ed economica”.

14.35 Torino in campo per il riscaldamento. 

14.30 Nel frattempo, si è chiuso in questi minuti l'anticipo della mezza allo stadio Marassi di Genova, dove la squadra di casa allenata da Gasperini ha avuto la meglio del Milan di Mihajlovic grazie ad un gol di Dzemaili. 

14.25 Tanti gli ex di giornata. Il polacco Glik, capitano del Torino, è uno dei tanti ex dell’incontro, buona parte dei quali attualmente militano nella formazione allenata da Giampiero Ventura. Gli altri sono Cesare Bovo, Afriyie Acquah, Amauri, Stefano Sorrentino e AndreaBelotti. Per quest’ultimo sarà una gara dal sapore speciale, dopo le oramai note incomprensioni col il club di viale del Fante che portarono alla sua cessione al club di Cairo, con l’ufficialità giunta lo scorso 18 agosto. Il Gallo cercherà in tutti i modi di farsi rimpiangere dal suo vecchio allenatore Iachini, che potrebbe essere in bilico in caso di nuovo ko.

14.20 Tutto confermato, quindi, nel Torino di Ventura, che manda in campo Benassi al posto di Acquah e Maxi Lopez in avanti. Cambia molto invece Iachini, che torna con i due trequartisti alle spalle di una punta, che però non è Gilardino: attacco molto mobile, con Quaison che partirà solo formalmente da prima punta, ma svarierà molto sul fronte d'attacco, sfruttando le assistenze di Vazquez e Trajkovski. Non c'è Maresca in mediana, c'è Chochev. 

14.15 Queste, invece, le scelte di Iachini per il suo Palermo: Sorrentino; Struna, Gonzalez, El Kataouri; Rispoli, Hiljiemark, Jajalo, Daprelà; Vazquez, Trajkovski; Quaison.

14.10 Torino, queste le scelte di Ventura: Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Zappacosta, Benassi, Vives, Baselli, Molinaro; Quagliarella, Maxi Lopez.

14.05 Si parte con la nostra diretta testuale con le formazioni ufficiali del match, in attesa che le squadre entrino sul terreno di gioco dell'Olimpico per il riscaldamento. 

14.00 Buon pomeriggio amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale della sfida dello Stadio Olimpico di Torino che vedrà opposte Torino e Palermo in una gara tra due deluse dell'ultimo turno infrasettimanale. Da Andrea Bugno e dalla redazione calcio di Vavel Italia, l'augurio di una piacevole domenica in nostra compagnia. 

Quattro le gare che si giocheranno nel pomeriggio di Serie A. Dopo i due anticipi di ieri, con Roma e Napoli che hanno battuto Carpi e Juventus, la domenica del massimo campionato presenta l'anticipo della mezza tra Genoa e Milan, prima di vedere impegnate Bologna-Udinese, Sassuolo-Chievo e Hellas-Lazio, assieme alla gara che seguiremo in diretta. 

Allo Stadio Olimpico di Torino si presentano due squadre deluse dall'ultimo turno di campionato. Nella gara infrasettimanale, infatti, sia Torino che Palermo sono uscite sconfitte dalle rispettive gare contro Chievo Verona e Sassuolo. Tuttavia, le squadre si presentano alla gara odierna con animi profondamente differenti: il Toro di Ventura è partito alla grande in stagione e soltanto mercoledì ha conosciuto in una scialba gara al Bentegodi la sua prima sconfitta dell'anno. Di contro, invece, il Palermo è in rottura prolungata: due le sconfitte di seguito, prima a Milano sponda rossonera, poi in casa contro il Sassuolo. Iachini trema, i rosanero vogliono riscattarsi.

La partenza del Toro

Prima della sconfitta di Verona contro il Chievo di Maran, per 2-0, la partenza lanciata del Torino aveva sorpreso gran parte degli appassionati. Dieci punti in quattro gare. Tre vittorie, a partire da Frosinone e dalla Fiorentina, prima del pareggio di Verona, sponda Hellas e la vittoria per 2-0 contro la Sampdoria di Zenga. Quagliarella è il miglior marcatore della squadra, che sfrutta alla perfezione la mole di lavoro che i compagni creano per lui. Il tecnico Ventura, quinta stagione all’Olimpico per lui, ha assemblato una squadra solida e concreta, che imposta la sua forza su un collaudatissimo 3-5-2 e su un lavoro magistrale delle fasce. Proprio le cavalcate degli esterni rappresentano la marcia in più di questa squadra, che cerca sempre di far partire la manovra dalla regia di Vives (o Benassi) verso Bruno Peres sulla destra e Avelar a sinistra. In alternativa, rispettivamente Zappacosta e Molinaro, riserve di gran lusso che in molte altre squadre della serie sarebbero titolari inamovibili.

La crisi rosanero 

Il Palermo non risponde presente all’appello del turno infrasettimanale. Dopo la battuta d'arresto di San Siro contro il Milan (3-2), i rosanero cedono il passo anche al Sassuolo. Manca la sicurezza difensiva, latita il gioco, scarseggia anche il carattere. La sconfitta contro il Sassuolo arriva puntuale e meritata al termine di una prova abulica: senza sfiorare la forzatura, l’esito non sarebbe poi stato così diverso se Consigli avesse deciso di sedere sugli spalti per assistere allo spettacolo del “Barbera”, mediocre per la verità, piuttosto che difendere la propria porta. Parlare di crisi sarebbe un azzardo, è vero, ma non si può dire che i rosanero scoppino di salute. Un esempio? Alberto Gilardino, il cui stato di forma non è ancora quello di un rapace dell’area di rigore: in avanti non c’è nessun altro ma non sempre il celebrante può acconsentire a nozze fatte coi fichi secchi.

Iachini in discussione? 

I ritmi del campionato non giocano a favore del Palermo: dopo i sette punti ottenuti nelle tre gare, due sconfitte consecutive e la sfida di oggi si presenta già come una delicatissima trasferta. La sfida contro i granata di Ventura potrebbe già rappresentare uno spartiacque fondamentale. Conoscendo Zamparini la soluzione di un cambio in panchina in caso di terzo ko consecutivo resta la più ovvia, non necessariamente la più indicata per rimettere i rosanero sulla carreggiata di un sereno percorso verso la salvezza. D’altro canto fare risultato all’”Olimpico” sarà tutt’altro che semplice, ancora una volta Beppe Iachini sarà chiamato a fare di necessità virtù complice anche l’assenza di Rigoniper squalifica. Si giocherà in casa di un Toro infuriato per l’inattesa sconfitta rimediata contro il Chievo, con l’ex Belotti pronto a dare tutto al cospetto di quei colori svestiti lo scorso 18 agosto. Servirà un’impresa. 

Le ultime dai campi

Torino - Ventura schiera, come al solito, il suo classico 3-5-2, anche se farà di necessità virtù e ruoterà leggermente i suoi dopo le fatiche delle due gare ravvicinate già disputate. Davanti a Padelli, in difesa ci saranno Glik, Bovo e Moretti; a centrocampo Vives farà trio con Baselli e Benassi, mentre sulle fasce turno di riposo precauzionale per Peres, al suo posto Zappacosta, mentre ci sarà Molinaro dalla parte opposta in luogo dell'infortunato Avelar. In attacco fra ballottaggio Maxi Lopez e l'ex Belotti con Quagliarella sicuro di un posto da titolare.

Palermo - La novità principale potrebbe essere in regia. Iachini deve rinunciare allo squalificato Rigoni e sta pensando ad una mini-rivoluzione. Jajalo è in netto calo di prestazione rispetto alle prime gare di campionato e quindi il tecnico ascolano starebbe pensando a rispolverare Enzo Maresca. Nel consueto 3-5-2 troverebbero spazio ai lati dell'ex Siviglia proprio il croato e lo svedese Hiljemark, capocannoniere dei rosa con tre centri in due gare. In porta ancora incertezza sulle condizioni di Sorrentino, con Colombi pronto a subentrare. In difesa torna dal 1' Roberto Vitiello al posto dello sloveno Struna, che contro il Sassuolo ha convinto poco, al fianco di Gonzalez ed El Kaoutari, chiamati entrambi ad una prova di riscatto dopo quelle opache a San Siro e in casa contro gli emiliani. L'unico reparto a non registrare novità è l'attacco con Vazquez e Gilardino che comporranno ancora una volta il tandem di punte. 

Le probabili formazioni

Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Zappacosta, Benassi, Baselli, Vives, Molinaro; Quagliarella, Maxi Lopez. All.: Ventura.

Palermo (3-5-2): Colombi; Vitiello, Gonzalez, El Kaoutari; Lazaar, Hiljemark, Maresca, Jajalo, Rispoli; Vazquez, Gilardino. All.: Iachini.

Le parole degli allenatori 

Come è oramai usuale, Giampiero Ventura non ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato, bensì lo ha fatto, dopo la trasferta di Verona, ai microfoni di Radio Rai, spiegando ed analizzando i motivi del primo stop stagionale: "La partita la immaginavo così, entrambe abbiamo giocato ad annullarci. Non c'era lo spazio né la possibilità di costruire. L'episodio è stato favorevole al Chievo, sono partite che ci insegnano un'infinità di cose. Dobbiamo analizzare gli errori, avremmo potuto avere un punto in più. Tuttavia anche se avessimo pareggiato, l'analisi sarebbe stata la stessa. Sono tappe che bisogna percorrere quando si hanno tanti giovani in rosa".

Beppe Iachini sa che è necessario portare la calma, in vista di un paio di partite che rischiano di acuire la crisi dei rosanero. Prima il Torino all'Olimpico, poi la Roma al 'Barbera' con la pausa per gli impegni delle Nazionali alle porte. 180 minuti fondamentali, in vista dei quali il tecnico della formazione siciliana ha la ricetta giusta: "Dobbiamo remare tutti dalla stessa parte, non si può pensare di vincere tutte le partite o di fare sempre risultato positivo. Stiamo lavorando per crescere, abbiamo fatto sette punti e ci sono ancora tante partite. Nelle ultime gare abbiamo commesso l’errore di allungarci troppo e di dare troppo spazio agli avversari, ma siamo la squadra che corre più di tutti. Dobbiamo correggere qualche automatismo”. La sfida contro il Torino può far paura, viste le qualità presenti nella rosa a disposizione di Giampiero Ventura, e visti anche il gioco e la solidità sfoderati dai granata nelle prime cinque giornate di campionato. Tutte cose che Iachini ha provato a ribadire in conferenza stampa, senza però mostrare alcun timore reverenziale nei confronti dei rivali di giornata, e del suo collega: "Il Torino è una squadra allenata da un bravo tecnico, che ha dato la sua impronta alla squadra. Hanno fatto un ottimo mercato, hanno preso buonissimi giocatori e hanno un pubblico caloroso. Ci vorrà una partita di personalità e attenzione. Sarà un’ulteriore verifica per capire dove dobbiamo andare ad insistere per cercare ulteriori miglioramenti". In vista della trasferta in terra piemontese, Iachini convive con un doppio dubbio, riguardo alla presenza di giocatori molti legati proprio a questa regione. Potrebbero non giocare, infatti, StefanoSorrentino, che con la maglia del Torino ha debuttato nella massima serie, e Alberto Gilardino, che ha trovato in Biella la sua città natale: "Il recupero di Sorrentino è molto importante, prima di prendere una decisione dovrò parlare con lo staff medico. Su Gilardino mi ero già espresso dopo il suo arrivo. Alberto non va caricato di eccessive responsabilità. Bisogna dargli il tempo che serve e che merita, perchè è l'unico membro del gruppo a non essersi allenato con il resto della squadra durante il ritiro". Nel corso della conferenza, Iachini ha tenuto a sottolineare le motivazioni che hanno portato alla doppia espulsione ricevuta nello spazio di cinque giorni, prima a san Siro contro il Milan e poi in casa contro il Sassuolo: "In qualche circostanza ho voluto rimarcare alcuni falli subiti da Vazquez senza che l’avversario guardasse la palla. Va punito chi interrompe fallosamente le azioni con foga eccessiva. Vazquez, in particolare, è il giocatore che corre più di tutti nella nostra squadra. A volte, magari per troppa generosità, prova a risolvere la partita da solo ed esagera, perché rischia di perdere palla. Per il bene del gioco e del bel calcio, però, giocatori così vanno tutelati".

Precedenti e curiosità

Il Torino rappresenta una delle bestie nere per il Palermo da trasferta, nonostante il primo dei 21 precedenti disputati sotto la Mole abbia sorriso ai rosanero: era il1932 quando la squadra dell’allora presidente Barresi sconfisse 1-0 i piemontesi. Da quel momento soltanto amarezze e qualche pareggio sparso tra un decennio e l’altro per i siciliani, che arrivano al confronto dell’”Olimpico” dopo le due sconfitte contro Milan e Sassuolo. In tre circostanze i granata si sono imposti siglando cinque reti: 5-0 nel 1935, 5-1 nel 1950 e nel 1957. Nel complesso, sono ben 47 i gol messi a segno dal Toro, contro gli 11 del Palermo. Due dei quali realizzati nell’ultima sfida, andata in scena il 6 dicembre dello scorso anno. Rosa due volte in vantaggio con Dybala e Rigoni e ripresi prima da Martinez e poi da capitan Glik.