Torino, Iago Falque e Belotti in dubbio, scalpitano Boyè e Maxi Lopez

Il tecnico del Torino Mihajlovic è alle prese con grossi dubbi di formazione nel preparare la sfida di domani pomeriggio contro il Chievo.

Torino, Iago Falque e Belotti in dubbio, scalpitano Boyè e Maxi Lopez
Torino, Iago Falque e Belotti in dubbio, scalpitano Boyè e Maxi Lopez.

Sarà il Torino di Mihajlovic ad aprire il quattordicesimo turno di Serie A. Allo Stadio Olimpico il Toro ospiterà il Chievo nell'anticipo delle ore 18.00.

Giornata di vigilia nel centro d'allenamento granata, in Sisport il tecnico serbo è alle prese con molti dubbi di formazione. Dovrebbe fortunatamente recuperare il terzino Barreca che ha smaltito l'infortunio che lo ha costretto ad alzare bandiera bianca per il match di Crotone. Potrebbe invece non farcela Iago Falque, infatti il fantasista spagnolo è alle prese con un affaticamento muscolare che ne aveva già limitato la prestazione allo Scida. A rendere più problematica "la stesura dell'11" ci si è messa di mezzo l'influenza che ha colpito il Gallo Belotti nei giorni scorsi. L'attaccante della Nazionale non si è allenato regolarmente e dunque c'è la possibilità di non vederlo in campo, almeno dall'inizio, contro i clivensi.

In preallarme Boyè e Maxi Lopez che "rischiano" di trovare posto nell'undici di partenza in un tridente che potrebbe essere totalmente rivoluzionato per cause di forza maggiore. Per il resto la formazione sembra fatta, con il confermatissimo Joe Hart tra i pali, Zappacosta, Rossettini e Castan sicuri del posto in difesa, a centrocampo spazio per Benassi e Valdifiori, con il ballottaggio Baselli-Obi che accompagnerà Sinisa fino all'immediato pre-gara e tridente offensivo tutto da costruire.

L'anno scorso la sfida fu vinta dal Chievo che si impose per due reti ad una. Aprì le danze un gol di Benassi al 19' del primo tempo, raddoppiarono i veronesi grazie ad un'autorete di Bruno Peres, prima del gol del definitivo 1-2 messo a segno da Birsa al 26' del secondo tempo.

Per la direzione della gara è stato designato il Signor Chiffi della sezione di Padova, coadiuvato dagli assistenti De Pinto e Tolfo, oltre che dai giudici di porta, i signori Massa e Martinelli.