Serie A - Cuore e rimonta per il Torino. Contro l'Udinese è 2-2

Una partita spettacolare e ricca di goal. Torino e Udinese non si risparmiano e danno vita a uno spettacolare ed emozionante 2-2 firmato, ancora una volta, da Andrea Belotti.

Serie A - Cuore e rimonta per il Torino. Contro l'Udinese è 2-2
Photo by" CalcioNews 24"
TORINO
2 2
UDINESE
TORINO: Torino (4-3-3): Hart, Zappacosta, Rossettini, Moretti, Molinaro, Acquah, Lukic (dal 55' Boye), Baselli (dal 72' Lopez), Iago Falque (dal 14' Iturbe), Belotti, Ljajic. All. Mihajlovic
UDINESE: Udinese (4-3-3): Scuffet, Widmer, Danilo, Angella, Samir, Badu, Kums (dal 77' Adnan), Jankto, De Paul (dal 61' Herteaux), Zapata, Perica (dal 85' Matos). All. Delneri
SCORE: Jankto 50', Perica 68', Moretti 70', Belotti 83'
ARBITRO: D.GHERSINI (ITA) Ammoniti: Rossettini 5', Kums 9', Angella 54', Jankto 90 +1'

La domenica di Serie A viene inaugurata da uno spettacolare 2-2: all'Olimpico, il Torino e l'Udinese danno vita ad una sfida ad altissima tensione, ricca di spettacolo, che termina in parità.

LA SITUAZIONE - Torino e Udinese non hanno più nulla da chiedere alla classifica. Con l'Europa ormai distante e una salvezza mai in discussione, le due squadre si affrontano a viso aperto per chiudere il più in alto possibile questa stagione. I padroni di casa non vincono da due turni - l'ultima vittoria in casa risale agli inizi di marzo - e sono reduci dall'emozionante 2-2 casalingo contro l'Inter. In casa si esaltano, e sono ben 29 i punti conquistati davanti al proprio pubblico. L'Udinese, invece, viene da due vittorie consecutive e cerca di centrare il quarto risultato utile consecutivo.

PRIMO TEMPO - La prima frazione di gioco è all'insegna dell'equilibrio. Non è una partita noiosa, il match è vivace e con il giusto pizzico di intensità. Nulla di clamoroso da segnale nei primi venti minuti, a parte due cartellini gialli attribuiti a Rossettini e Kums per eccessiva foga agonistica. La partita inizia ad animarsi al 35' con l'Udinese che si rende pericolosa con un colpo di testa di Zapata, con il colombiano che costringe Hart a compiere un buon intervento. Pochi minuti più tardi è il turno di Jankto, ma il giovane e talentuoso fantasista ceco spreca tutto calciando la palla alle stelle. La squadra di Delneri sembra avere qualcosa in più, ed è ancora Zapata a sfiorare il goal con un destro che termina a lato di poco. Nel finale di primo tempo arriva la reazione del Torino firmata Rossettini: il centrale di Mihajlovic è autore di un gran colpo di testa che, però, si stampa sulla traversa. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

SECONDO TEMPO - La ripresa è a dir poco spettacolare e ricca di emozioni. Il Torino parte bene e costringe Scuffet a compiere un grande intervento dopo una gran botta di Acquah. Al 50', però, Moretti sbaglia un lancio che involontariamente innesca Jankto, autore di una gran botta che termina la propria corsa all'incrocio dei pali, scrivendo 0-1. La squadra di Mihajlovic ha accusato il colpo e al 68' incassa il goal dello 0-2 firmato da Perica, con il croato che riesce a trovarsi pronto per ribadire in porta un goal "procurato" da Zapata. Dopo la rete, il Torino ha una grande e decisiva reazione di orgoglio che porta a un clamoroso e spettacolare 2-2 finale. A riaprire i giochi è il veterano Moretti sugli sviluppi di calcio d'angolo, mentre il goal del definitivo pareggio lo firma ancora una volta Andrea Belotti, molto bravo a staccare di testa dopo un preciso traversone fornitogli da Zappacosta. Nel finale non viene convalidato al Gallo il goal del 3-2, a causa di un presunto e dubbioso fuorigioco. Partita spettacolare e ricca di goal, terminata con un giusto pareggio.