Stramaccioni diffida del Parma: "Occhio all'ambiente, dobbiamo fare attenzione"

L'allenatore dei friulani, che domani voleranno a Parma per giocare il recupero di Serie A, ha parlato in conferenza stampa presentando il match di domani. Niente passeggiata, occhio all'orgoglio dei ducali.

Stramaccioni diffida del Parma: "Occhio all'ambiente, dobbiamo fare attenzione"
Stramaccioni diffida del Parma: "Occhio all'ambiente, dobbiamo fare attenzione"

Recupero di campionato al Tardini. Domani pomeriggio, alle ore 18.30, si giocherà Parma-Udinese, gara rinviata a causa dei problemi societari della squadra parmense. Alla vigilia della gara, ha parlato ad Udine l'allenatore dei friulani, Andrea Stramaccioni. La squadra emiliana rimane ancora ultima in classifica per distacco, ma sta comunque gettando il cuore oltre l'ostacolo e giocando buone gare, come ha dimostrato anche il pareggio conquistato a San Siro contro l'Inter.

Per questa ragione il tecnico prende con le pinze questa gara: "Per noi questa partita è una delle più difficili da preparare. Il clima può ingannare. Il Parma, invece, sta facendo bene, anche contro l'Inter ha meritato il pareggio. Dovremo essere molto attenti, ricordandoci che abbiamo perso 4 giocatori a Genova e che abbiamo un'altra gara ravvicinata".

"Difesa a 3 o a 4? Sono due possibilità che abbiamo dimostrato di saper interpretare bene. Abbiamo raggiunto una buona maturità tattica. Non cambieremo la nostra identità, anche se ci mancano diverse pedine anche a centrocampo. Certo è che l'assenza di Pinzi, tatticamente, cambia comunque qualcosa".

Tra i convocati, andrà in panchina, un difensore della Primavera, Coppolaro, e sarà ancora a disposizione il giovane attaccante Perica, che nel match contro il Genoa ha fatto il suo esordio ed ha ben figurato. Segni indelebili del progetto Udinese? "L'esordio di un '95 va visto con gli occhi di un giovane alla prima in A. Il mio giudizio, pur di una gara, è positivo. Ha fatto quello che l'allenatore gli aveva chiesto, ha dato profondità, ha ingaggiato un duello fisico con De Maio e lo ha messo in difficoltà. E' anche andato vicino al primo goal in A. Il suo esordio è positivo e non vedo preclusioni per il suo utilizzo".

Sulla presenza di capitan Di Natale: "Totò aveva un problemino all'adduttore sinistro ma si è allenato bene e stasera parlando con lui decideremo, in base alle sue condizioni. Se sta bene lui è la prima soluzione davanti. Bruno Peres? Ha già fatto più partite dell'anno scorso e sta lavorando per confermarsi. Il centrocampo di quest'anno è molto competitivo. Il ragazzo si sta allenando bene e questo è l'importante per me".

Sarà importante far punti e una vittoria sarebbe ovviamente cosa molto gradita, perchè sarebbe la chance per chiudere definitivamente il discorso salvezza. "Come detto, per me è una delle partite più difficili da preparare per clima, ambiente, squadra - ha detto ancora il tecnico bianconero - E' una partita trappola, come valore della squadra. Sono due partite che il Parma fa calcio e anche bene".

Questi, intanto, i convocati da Stramaccioni per la gara di Parma:

Portieri: Karnezis, Scuffet, Meret

Difensori: Danilo, Wague, Bubnjic, Pasquale, Gabriel Silva, Widmer, Coppolaro

Centrocampisti: Allan, Badu, Guilherme, Bruno Fernandes, Hallberg

Attaccanti: Aguirre, Di Natale, Geijo, Perica, Thereau