Grande successo per l'Udinese Tour, gli abbonamenti decollano

Dopo un mese di viaggio ininterrotto, il truck bianconero si è fermato. La campagna abbonamenti ha ottenuto il successo sperato, adesso però è il momento di ripagare la fiducia dei tifosi.

Grande successo per l'Udinese Tour, gli abbonamenti decollano
Grande successo per l'Udinese Tour, gli abbonamenti decollano

Un mese, un truck all'americana, una decina di tappe per tutto il Friuli e anche oltre: è finita da poco l'Udinese Tour, che ha portato nelle piazze di città e località turistiche i colori bianconeri. L'idea, nata per dare una marcia in più alla campagna abbonamenti, ha coinvolto migliaia di tifosi in ogni punto della regione, arrivando fino in Veneto e in Austria.

La partenza è stata inaugurata la sera 10 luglio, nel centro storico di Udine, con la squadra e il nuovo mister Colantuono per presentare le nuove divise della stagione 2015/16. La partecipazione è stata subito calorosa, con gruppi di curiosi tra udinesi e turisti stranieri che già nel pomeriggio affollavano i dintorni del lungo camion, aperto e disposto come un salotto.

Tante le attività per tutti, dai più piccoli fino ai supporter più “anzianotti”, con il maxischermo a lato del truck che proiettava i filmati delle partite dell'Udinese, dalle più recenti fino alle vecchie glorie. E poi l'immancabile modellino del nuovo Stadio Friuli, custodito come una reliquia a bordo ed esposto a chi lo volesse ammirare, nell'attesa di vedere l'impianto vero completamente ultimato.

Dalle montagne della Carnia fino alle spiagge di Lignano Sabbiadoro, il tour ha toccato praticamente tutta la provincia friulana, arrivando fino a Gorizia e Pordenone. Ma non solo, perché il viaggio è arrivato anche nel vicino Veneto, a Caorle, e in Austria, a Klagenfurt, durante le trasferte amichevoli dei bianconeri.

E gli stessi giocatori sono stati presenti anche di persona ad alcune tappe, firmando autografi e raccontandosi. Ma non sempre, ovviamente, i protagonisti bianconeri sono saliti a bordo del camion, presi dalla preparazione estiva e dagli appuntamenti amichevoli. Comunque il divertimento non è mancato, dal pomeriggio fino a tarda sera, con musica, canti e balli che hanno coinvolto tutte le età.

A Lignano, ad esempio, il primo pomeriggio è stato a misura di ragazzino: televisione al plasma a bordo e PlayStation con videogiochi rigorosamente calcistici hanno animato le prima ore, mentre alcuni tifosi raccontavano le gioie vissute al fianco del club, come l'incredibile trasferta di qualche anno a Liverpool, in Europa League. Non mancava certamente l'infopoint per rinnovare o sottoscrivere un nuovo abbonamento, al centro di tutta l'organizzazione.

Obiettivo più che centrato, si può dire: per ora la soglia degli abbonati è 10.000, convinti soprattutto dalla bellezza del nuovo impianto. Poi gli acquisti hanno fatto il resto, fra tutti Zapata dal Napoli e adesso Marquinho dalla Roma, capaci di far tornare al sorriso una tifoseria ormai abituata a vedere partire i propri gioiellini ogni anno verso le big del campionato.

L'Udinese Tour è terminato l'11 agosto a Claut, sulle Dolomiti friulane, ma un bis non è da escludere a fine stagione. Magari portando nelle piazze un trofeo da applaudire, giusta ricompensa per gli affezionati delle zebrette che vorrebbero finalmente levarsi qualche sfizio ora. Nella suggestiva cornice del Friuli-Alvelade.