De Canio: "Non mi sento tradito dalla squadra"

Il mister di Matera in conferenza stampa deve rispondere del completo disastro da parte dei suoi contro il Torino.

De Canio: "Non mi sento tradito dalla squadra"
De Canio in conferenza stampa.

Il risultato non lascia spazio alle interpretazioni, Udinese 1 - Torino 5: "Abbiamo fallito la partita più importante. Sentivamo troppo l'importanza della gara. Gli abbiamo dato un significato maggiore a quello reale. Dopo l'occasione fallita da Matos e il gol preso ci siamo sciolti. Poi è subentrato il nervosismo e non abbiamo più avuto la lucidità per reagire. E' stato un fuoco di paglia anche il 2-1, perchè poi ci siamo persi in due contropiedi micidiali, quelli che alla vigilia temevo tantissimo. Questa Udinese è stata troppo brutta per essere vera".

Molti si sarebbero aspettati Perica dal primo minuto: "Avevamo preparato la partita sulla velocità quindi mi serviva un giocatore più veloce. La partita doveva essere diversa, attaccando in profondità e non giocando in orrizontale. Mi sembra ingeneroso però pensare che abbiamo perso per questo. Se così fosse, sarei più allegro."

Si sente tradito dalla squadra? "Non mi sento così. Temevo molto questa partita perché sapevo che avremmo rischiato di fare una figuraccia. Abbiamo fatto troppi errori, prendendo due gol su palla inattiva. Voglio considerare questa partita solo una brutta serata e basta."

Si vocifera di un possibile ritiro: "È una possibilità su cui stiamo riflettendo. Sicuramente qualcosa verrà fatto. Serve riordinare fin da subito le idee per preparare una partita che diventa fondamentale".