Udinese - Finalmente una prestazione di squadra

I bianconeri, dopo i progressi contro l'Empoli, riescono finalmente a disputare una gara senza sbavature eccessive fino al 90', su un campo difficile come San Siro.

Udinese - Finalmente una prestazione di squadra
Udinese - Finalmente una prestazione di squadra

Partita con sbavature, ma senza insufficienze. Tutti eseguono i loro compiti e alla fine l'Udinese riesce a giocarsela alla pari con il Milan a San Siro. Non è più il Milan delle Champions, ma è pur sempre una squadra sulla carta superiore ai friulani.

Karnezis 6 - Partita da spettatore per lui. Deve limitarsi a semplici uscite e rinvii.

Armero 6 - Fa fatica a contenere Suso e  infatti il Milan cerca di sfondare dal suo lato, creando i maggiori pericoli proprio sulla corsia mancina. Meglio in fase di spinta, dove riesce a far valere la sua velocità. Impreciso nei cross, i tempi della doppia cifra negli assist sembrano lontanissimi...

Felipe 6,5 - Fondamentale nelle chiusure e negli anticipi, riesce a rendersi pericoloso anche di testa sui calci da fermo.

Danilo 6,5 - Come il suo compagno. Finalmente una partita attenta per tutti e novanta i minuti da parte del capitano.

Widmer 6 - Regge abbastanza bene in difesa, dove Bonaventura infatti fatica ad incidere. In fase di spinta si fa sentire ancora poco, tanto che la prima vera sgroppata la fa vedere solo nel secondo tempo. Non ha ancora i tempi del ruolo.

Hallfredsson 6,5 - Sta crescendo l'islandese. La condizione fisica è migliorata e quindi l'ex Verona può permettersi un pressing molto aggressivo, con anche incursioni e dialoghi con i trequartisti dopo aver recuperato palla. Sui cross in passato ha fatto vedere però di poter fare meglio. Sua una delle tre occasioni da gol costruite dall'Udinese nel corso del match.

Kums 6 - Buona la prima per il regista belga. Non si fa vedere per lanci sensazionali, ma dà ordine al reparto quando i suoi compagni non sanno cosa fare, con i suoi passaggi semplici, puliti e precisi. Prova un paio di volte a salire fino al limite dell'area avversaria, ma senza successo.

Badu 6 - Il ghanese, dopo gli impegni con la nazionale, non è al meglio fisicamente. Infatti spinge poco. Il lavoro sporco però lo fa sempre bene. Da manuale la diagonale con cui stoppa Bacca, che pregustava già il sapore del gol.

Thereau 6 - È nervoso, quando viene sostituito ha qualcosa da ridire e in campo non si muove come suo solito. Resta però il più pericoloso della squadra, suo il passaggio per il primo tiro di De Paul e sua una delle due conclusioni in porta delle zebrette. (Perica 7 - Iachini lo mette per aumentare il peso offensivo, perchè sente di poter ottenere qualcosa in più del semplice pareggio. Il croato gli dà ragione, sfruttando probabilmente l'unico cross buono della partita. Ci mette la solita grinta.)

De Paul 6,5 - Altra partita di corsa e sacrificio per l'argentino, fondamentale con le sue giocate quando bisogna allungare la squadra. Continua a voler spesso fare tutto da solo, gettando talvolta al vento azioni che potrebbero essere pericolose. Uno degli aspetti su cui il giovane talento deve lavorare per fare il salto di qualità. (Angella sv - Inserito dopo il vantaggio per difendersi a 5.).

Duvàn Zapata 6 - Corre tanto, ma ancora a vuoto. Stavolta però patisce colpe non sue, dato che non gli arriva nemmeno una palla giocabile, complici cross veramente sbilenchi. Deve però stare attento, il suo alter ego che di solito sta in panchina (Perica) è già al secondo gol in due partite. (Matos sv - Inserito per colpire il Milan in velocità, non ha il tempo di incidere).