Serie A - Udinese e Sampdoria non si fanno male, finisce in parità (0-0)

Le due squadre decidono di festeggiare il Natale senza regalarsi dispiaceri e dividendosi la posta in palio. Scialbo 0-0 al Ferraris di Genova.

Sampdoria
0 0
Udinese
Sampdoria: Puggioni, Sala (Pedro Pereira, 86'), Silvestre, Skriniar, Regini, Barreto, Torreira, Linetty, Bruno Fernandes (Schick, 46'), Quagliarella, Muriel (Praet, 73').
Udinese: Karnezis, Faraoni, Danilo, Felipe, Samir, Hallfredsson (Kums, 12'), Badu, Fofana, De Paul (Matos, 65'), Duvàn Zapata, Thereau (Lucas Evangelista, 89').
ARBITRO: Gavillucci. Ammoniti: Muriel (38'), Faraoni (57').
NOTE: Diciottesima giornata di Serie A. Stadio Luigi Ferraris, Genova.

C'erano le prospettive per una sfida interessante tra Udinese e Sampdoria, che con una vittoria avrebbero potuto respirare l'aria della metà sinistra classifica. Le due squadre però preferiscono non rischiare, giocando una partita molto accorta, con pochissime emozioni e sancendo uno 0-0 che alla fine avvicina entrambe all'obiettivo di inizio anno, ovvero la salvezza.

Formazione Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni, Sala, Silvestre, Skriniar, Regini, Barreto, Torreira, Linetty, Bruno Fernandes, Quagliarella, Muriel.

Formazione Udinese (4-3-3): Karnezis, Faraoni, Danilo, Felipe, Samir, Hallfredsson, Badu, Fofana, De Paul, Duvàn Zapata, Thereau.

Sorprende ancora una volta tutti mister Delneri, lasciando a riposo Kums e inserendo un centrocampo molto muscolare composta da Fofana, Hallfredsson e Badu. La partita non ha ritmi elevatissimi, ma entrambe le squadre sanno come farsi male, dando sempre la sensazione che un gol possa arrivare da un momento all'altro. Al 6' prova a rendersi pericoloso di testa Skriniar, ma la sua conclusione finisce a fil di palo. Risponde al 10' Duvàn Zapata, innescato da Faraoni, ma è in posizione troppo defilata e il suo diagonale viene parato da Puggioni. Al 12' il tecnico dell'Udinese deve rinunciare alla sua mossa a sorpresa, Hallfredsson infatti non sta bene ed è costretto a lasciare il posto a Kums. In contropiede i bianconeri sono molto pericolosi, con una serie di tocchi di prima Thereau si ritrova in poco tempo al limite dell'area, ma il suo tiro viene bloccato dall'estremo difensore blucerchiato. Zebrette che colpiscono, ma che sanno anche farsi del male da sole. Al 24' Fofana infatti scivola ed innesca l'attacco della Doria, Quagliarella e Muriel fraseggiano in area, ma Felipe chiude tutto con un intervento da campione. Le due squadre giocano un buon calcio, ma non sembrano avere comunque troppa voglia di farsi del male, dunque nella seconda metà del primo tempo succede veramente poco, concludeno i 45' sullo 0-0.

Nel secondo tempo la partita continua a mostrare due squadre che stanno probabilmente già pensando alle vacanze natalizie. Buono spunto di Sala sulla destra al 48', che mette in mezzo per Quagliarella, il cui colpo di testa però risulta essere centrale e non impensierisce Karnezis. Dopodichè i ventidue in campo mantengono dei ritmi piuttosto bassi, facendone nascere una partita estremamente noiosa. Ci pensa ancora l'ex Quagliarella a svegliare i tifosi, con un destro al 69' che viene deviato Danilo e per poco non beffa il portiere greco. L'Udinese dal canto suo prova qualche accelerazione, in particolare con Fofana e Faraoni, ma mai con la giusta convinzione. L'occasione più grande del secondo tempo capita tra i piedi di Schick all'82', che lascia partire un sinistro a giro dal limite che finisce di un soffio oltre il secondo palo. Tegola anche per la squadra di Giampaolo all'87', con Sala che si ferma per infortunio e lascia il posto a Pedro Pereira. Non succede altro, Udinese e Sampdoria così decidono di scambiarsi gli auguri di buone feste regalandosi un punto a testa e mettendo un altro mattoncino verso la salvezza. Finisce 0-0.