Udinese - Le pagelle, alcuni giocatori sottotono contro la Roma

Contro la Roma la squadra mette in campo una prestazione dignitosa, ma alcuni giocatori non funzionano a dovere e questo si nota per tutto l'arco della sfida.

Alla fine contro la Roma arriva la seconda sconfitta consecutiva per l'Udinese. Data la caratura degli avversari, prevedibile. Quel che conforta è la prestazione messa in campo dai giocatori, che, nonostante le difficoltà, cercano comunque di fare la partita. Manca ancora qualcosa in avanti, dato che si sprecano ancora troppe occasioni. Alcuni giocatori devono ritrovarsi.

Karnezis 6,5 - Ancora una volta ha la possibilità di mettere in mostra tutta la sua abilità. Parate importanti, specie quella nell'uno contro su Dzeko nel finale del match.

Faraoni 6 - Non demerita, ancora una volta dimostra di essere cresciuto negli anni passati in prestito. Nei primi venti minuti soffre moltissimo, perchè la Roma attacca con quasi tutti i suoi effettivi, poi cresce e blocca le incursioni di El Shaarawy. Peccato di inesperienza in occasione del rigore concesso. Poteva costar caro, ma forse poteva anche non essere fischiato.

Felipe 6 - Gli inserimenti dei trequartisti giallorossi mettono in difficoltà qualunque difesa e quella dell'Udinese non fa eccezione. Nel complesso alla fine l'ex Parma tiene discretamente, non commettendo errori grossolani. Super Szczesny gli nega la gioia del gol.

Danilo 5,5 - Il capitano è l'elemento della retroguardia che ha più difficoltà. Si perde Dzeko a partita praticamente ancora da cominciare e in generale il bosniaco sembra potergli sfuggire in più di qualche occasione, inoltre lascia spazio a Nainggolan in occasione del gol decisivo. Non la sua giornata migliore.

Samir 6,5 - Ancora una volta il brasiliano mette in campo una prestazione di spessore. Soffre come tutta la squadra nei primi venti minuti, dato che la squadra di Spalletti sembra mettere in campo tutto quel che ha in quel frangente. Poi riesce a suonare la riscossa. Meno roccioso del solito, ma quasi sempre insuperabile e pericoloso anche quando parte palla al piede.

Kums 5,5 - Ovviamente è in difficoltà quando la Roma si riversa tutta in avanti. Sbaglia tanto ed è nervoso, perchè nella sua zona i giallorossi premono tantissimo. Poi quando gli avversari calano rimette in mostra i segnali di crescita visti contro l'Inter. (Ewandro 6,5 - Viene servito pochissimo, ma le poche volte che ha il pallone tra i piedi effettua giocate pregevoli. Da tenere d'occhio.)

Jankto 6 - Il centrocampo della Roma è decisamente meno penetrabile di quello dell'Inter e infatti il ceko si vede molto di meno. Corre molto e dialoga con i compagni, non sfigurando, ma può ancora crescere quando bisogna decidere chi servire con l'ultimo passaggio. (Perica 6 - Corre molto come al solito, ma l'impressione è che tatticamente debba ancora migliorare moltissimo prima di poter tramutare la grande voglia che ha in pericolosità.)

Fofana 5 - Il francese toppa un'altra partita. È evidente che la sosta non gli abbia fatto benissimo. Sbaglia tantissimi appoggi, anche semplici, spesso per sufficienza, rischiando di far crollare i suoi compagni. Non riesce ad esprimersi al meglio anche grazie alle chiusure perfette dei romanisti. Deve però cambiare il trend negativo che sta vivendo.

De Paul 6,5 - L'argentino è l'attaccante più vivace. Mette spesso in difficoltà il trio difensivo avversario e solo Szczesny gli impedisce di segnare il suo primo gol in Serie A. Torna ad essere un po' anarchico, ma non del tutto per colpa sua, dato che Duvàn Zapata è inesistente e i centrocampisti hanno grosse difficoltà ad inserirsi.

Duvàn Zapata 4,5 - Semplicemente nullo. Non si fa mai vedere in area, non riesce mai a creare spazi per i suoi compagni e non riesce praticamente mai a bucare la marcatura di Fazio. Bene quando su un cross toglie i marcatori per far arrivare a Thereau la sfera sul secondo palo, solo che il francese è troppo defilato e lo cerca subito con un tocco al volo, ma lui non è ancora tornato in posizione. In alcune partite sembra proprio non avere voglia (forse solo per difficoltà fisiche, non lo sappiamo) e questa è una di quelle. (Hallfredsson 6 - Delneri per la prima volta decide di rinunciare per svariati minuti al Panterone, date le sue difficoltà, e mette in campo l'islandese per avere un uomo fresco in mezzo al campo in corrispondenza con l'ingresso di Totti. L'ex Verona ringhia come al solito.)

Thereau 6 - Partita votata più alla difesa che all'attacco per il francese. La cosa però è un problema, perchè, essendo un attaccante, manda  spesso in inferiorità numerica i suoi compagni nella fase offensiva. Come dice il mister, deve iniziare a sacrificarsi un po' di meno, perchè senza di lui là davanti non sembrano esserci margini per segnare.

Delneri 6,5 - I suoi sono in enorme difficoltà nei primi minuti, a causa di una Roma partircolarmente arrembante. Poi, dopo il rigore fallito da Dzeko, la squadra risponde con la solita grinta, anche se meno lucida del solito. Duvàn Zapata inzia ad essere un problema e anche lui se ne accorge, decidendo per una volta di sostituirlo. Fofana va rimesso nei ranghi. In avanti c'è ancora da lavorare, ma i giocatori sembrano seguirlo. I cambi ci possono stare, coraggioso quando decide di schierarsi con il 4-2-4. Ewandro talento che, una volta che si sarà adattato fisicamente, merita spazio.