Udinese - Delneri: "C'è da incazzarsi per come è andata con l'Empoli"

Brutta sconfitta in quel di Empoli per l'Udinese, la prestazione è stata insufficiente e c'è delusione e irritiazione nello spogliatoio, a cominciare dal mister.

Oggi contavano i punti, ma l'Udinese ha sbagliato tutto. Dispiace, perchè la partita con l'Empoli valeva tanto. Invece stavolta, oltre la risultato, è mancata anche la prestazione, in una partita molto brutta, dove entrambe le squadre hanno messo in mostra un calcio di bassissima qualità. A Udinese TV Delneri per la prima volta esprime un po' di rabbia per come hanno giocato i suoi, autori di svariati errori, su cui bisognerà riflettere. Il periodo è brutto (terza sconfitta di fila) e le prossime partite sono complicate. Come ha detto Hallfredsson, bisogna rimettersi al lavoro e ripartire.

Amaro Delneri nel post partita, la sua squadra per la prima volta ha mancato la prestazione. Il gol subito è stato solo l'ultimo boccone di una partita da buttare: “E’ la prima volta che abbiamo steccato secondo me, tutti, si vince e si perde insieme. La partita poteva finire 0-0, hanno giocato male entrambe le squadre, abbiamo sgarfato niente oggi. Dispiace perchè sapevamo che potevamo vincere, lottando. Abbiamo pagato a caro prezzo una chance per caso. Eravamo consapevoli delle difficoltà della partita, davanti non abbiamo mai punto, la squadra ha avuto poco movimento, poca forza. Periodo molto complicato, non vogliamo continuare in questo anonimato, dobbiamo cambiare marcia. Domenica confidiamo di riprenderci, dobbiamo sgarfare di più altrimenti non andiamo da nessuna parte.  Oggi c’è da incazzarsi a differenza delle altre due sconfitte. La tifoseria sa che diamo sempre il massimo, dobbiamo recuperare energie anche mentali e avere più attenzione, perché le partite finiscono quando l’arbitro fischia”


Sulla stessa lunghezza d'onda  Hallfredsson, che spiega anche il nervosismo motrato oggi: "Oggi non siamo riusciti a segnare,siamo mancati  negli ultimi trenta metri, ma non è che loro abbiano fatto molto più di noi, ci è andata male. Il calcio è così, se non sei attento prendi gol, forse mancava un po’ di concentrazione, dobbiamo lavorare ancora di più in settimana se vogliamo fare punti domenica prossima. La sostituzione? Quando esci dal campo sei un po’ nervoso, ma più con te stesso, adesso testa alta e lavorare duro per la partita contro il Milan, gara che sarà ancora più difficile per noi"