Udinese - Vittoria di misura nell'amichevole in preparazione del Milan

Contro l'NK Krsko i friulani si impongono solo per 1-0. Soliti problemi in attacco. Thereau intanto è recuperato, mentre per Widmer ci vorrà più tempo.

L'Udinese è in ritiro e si sta preparando ad ospitare il Milan domenica allo Stadio Friuli (Dacia Arena). Date le tre sconfitte consecutive, tutti si aspettano una reazione contro i rossoneri. Per dare minuti anche agli elementi fino ad ora meno utilizzati (e per tenere caldi i titolari) la società ha organizzato un'amichevole contro gli sloveni dell'NK Krsko. Delneri ha schierato dal primo minuto questa formazione: Scuffet; Faraoni, Felipe, Angella, Adnan; Kums, Balic, Lucas Evangelista; Ewandro, Perica, Matos. Il gol vittoria è arrivato già al 12' grazie ad una zampata di Ewandro, che ha insaccato una traversa di Matos. Per il resto, solite difficoltà in fase realizzativa, nonostante la rotazione di elementi effettuata nel secondo tempo. Sia Matos che Perica si sono divorati la palla del raddoppio e nemmeno una punizione di De Paul è bastata per rimpinguare lo striminzito 1-0. Successo dunque, ma l'astinenza di gol sta diventando sempre più preoccupante. Una rete sola infatti in questo gennaio 2017, che per ora è nerissimo. Servirà ancora tanto lavoro per riuscire a centrare la porta, contro il Milan biosgnerà stare molto attenti, perchè un risultato utile sta diventando sempre più impellente. Intanto il Mali è stato eliminato dalla Coppa d'Africa, dunque Molla Wague tornerà a disposizione tra pochi giorni.

Delneri ne ha approfittato per parlare di alcuni elementi nel post partita, su Thereau, assente nell'amichevole e ancora non al top: “Per domenica sarà disponibile. Non è un problema, già domani rientrerà in gruppo“, su Widmer, che sta ancora recuperando dall'intervento alla faccia: “Potrebbe essere a disposizione per la gara con Chievo del 5 febbraio“ mentre sul sostituto Faraoni: “Deve credere maggiormente nelle sue capacità. E’ reduce da un lungo stop, ha bisogno di tempo“Ewandro è stato il mattatore del match, ma ancora non trova tanto spazio: “E’ un giocatore interessante in prospettiva, dotato di buone doti tecniche ma deve crescere“; si è rivisto Lucas Evangelista: “Ha qualità, ma fa sempre un dribbling in più, soprattutto in zone del campo in cui non dovrebbe… Comunque è stata una buona amichevole per aumentare il minutaggio dei giocatori meno impiegati“.

Sul mercato intanto si stanno organizzando gli ultimi movimenti. Il DS Bonato ha chiuso qualsiasi spiraglio per una cessione in prestito di Perica e Faraoni, che dunque avranno altri sei mesi per imporsi in bianconero. Il giovane Vutov è rientrato dal prestito al Lecce e potrebbe essere girato in patria. In entrata si registra l'accelerata importante e decisiva per Gnoukouri. Ieri sera la firma sul contratto. Arriva in prestito con diritto di riscatto fissato a quattro milioni. È dunque l'ivoriano il rinforzo scelto per la mediana di Delneri, la società ha deciso di inserire un elemento giovane, per non stravolgere gli equilibri che si sono venuti a creare. D'altronde non ci sono state uscite importanti nel reparto e già Badu ha perso spazio a causa dell'ascesa di Jankto e Fofana. Gnoukouri dovrà sudarsi un'occasione, ma va a dare a Delneri maggiori possibilità di scelta, come aveva richiesto all'inizio del mercato, sperando che il talento del neroazzurro emerga completamente con le zebrette. Sfuma infine Jorge, giocatore che era sotto osservazione. Se lo è assicurato il Monaco per otto milioni e mezzo di euro.