Serie A - La Fiorentina ospita l'Udinese per inseguire l'Europa, ma i friulani cercano il colpaccio

Dopo la brutta sconfitta con la Roma, i gigliati devono ottenere i tre punti, per continuare la corsa all'Europa e per scacciare le nubi che si sono addensate intorno a Sousa. I bianconeri, a quota ventinove punti, possono giocarsela su un campo difficile con la consapevolezza di avere la testa libera da pensieri.

All'Artemio Franchi di Firenze andrà in scena il secondo posticipo della ventiquattresima giornata di Serie A, che vedrà scontrarsi Fiorentina ed Udinese. I viola sono improvvisamente tornati nel buco nero. Il rocambolesco pareggio contro il Genoa per 3-3 e la batosta contro la Roma per 4-0 hanno ributtato Sousa e i suoi nel ciclone delle critiche, con le voci di esonero del portoghese che sono puntualmente tornate alla ribalta. La difesa colabrodo e una squadra che si è sciolta con troppa facilità davanti alle difficoltà sono la causa del malumore del mondo gigliato. Ora la quinta piazza, occupata da Inter ed Atalanta, dista cinque punti. Non è un divario incolmabile, ma le partite all'orizzonte iniziano a non essere più moltissime e l'atteggiamento di questa Fiorentina preoccupa, anche considerando che a breve ripartirà la vetrina dell'Europa League, dove la viola se la vedrà con il Borussia Mönchengladbach. A Firenze arrivano i friulani, che hanno uno storico pesantemente negativo in Toscana e quindi sembrano essere gli avversari ideali per ripartire.

L'Udinese però non parte per la trasferta per vestire i panni della vittima sacrificale. La squadra di Delneri ha avuto un avvio di 2017 complicato, con tre sconfitte consecutive. Però ora, grazie al successo sul Milan e al pareggio con il Chievo Verona, la banda friulana si ritrova al decimo posto con 29 punti in classifica. Un bottino che mette al riparo dal rischio di retrocessione, ma che non permette di sognare troppo per questa stagione. Date però le pessime annate da cui vengono i bianconeri, ci si può accontentare. Il tecnico di Aquileia sta lavorando dunque per cementificare una struttura di gioco e un undici titolare, in modo da poter poi fare degli esperimenti che permettano di mettere in mostra le armi ancora nascoste (il talento di Kums non ha ancora brillato appieno e ci sono sempre quei Lucas Evangelista e Balic che attendono delle chance per mettersi in mostra). Attualmente le zebrette hanno ancora svariati limiti, che fanno sì che non si possa fantasticare troppo in questa sfida, ma i friulani daranno il cento per cento per provare a rompere un tabù decennale come quello del Franchi.

All'andata la sfida tra le due squadre finì 2-2 allo Stadio Friuli (Dacia Arena). Il bilancio al Franchi parla di sette vittorie delle Fiorentina negli ultimi sei anni, con l'Udinese che non trova i tre punti dal 2007, quando le reti di Quagliarella e Di Natale portarono la vittoria alla squadra di Marino. Ad arbitrare l'incontro sarà il signor Mariani della sezione di Aprilia. Fischio d'inizio alle 20.45.

Le ultime

C'è più di qualche ballottaggio ad annebbiare la mente di Sousa. Assente Sanchez per squalifica. Per sostituirlo la corsa è tra Salcedo e Tomovic, con il serbo che sembra avere qualche possibilità in più di avere una nuova occasione da titolare. Davanti a Tatarusanu ci saranno poi Astori e Rodriguez. A sinistra il posto se lo giocano Maxi Olivera, Milic e Tello. Lo spagnolo sembra favorito, dato che serve a tutti i costi la vittoria e che l'Udinese ha più di qualche difficoltà offensiva. Non sembra dunque servire per forza un giocatore prettamente difensivo come Olivera. A destra Chiesa e in mezzo i soliti Vecino e Badelj. In avanti Bernardeschi e Borja Valero faranno da supporto alla punta. Rientra Kalinic, ma Babacar sta crescendo lentamente, come dimostrano le parole di Sousa: "A Roma ha capito cosa serviva fare, ha mostrato capacità di pressare finché la squadra è rimasta in partita. Lui sta crescendo, merita quello che ho detto". Non è detto dunque al  100% che il croato venga rischiato dal primo minuto, ma resta il favorito.

Delneri invece che dall'altro lato non ha dubbi. Presenti tutti i titolari e undici che è già fatto. A proteggere Karnezis ci saranno Widmer, Danilo, Felipe, Samir. In mezzo Hallfredsson farà da filtro, con Fofana e Jankto ad agire da mezzali, per aiutare il tridente composto da De Paul, Duvàn Zapata e Thereau. Il francese si allenato un po' a parte in settimana per tornare al top della forma, ma non è in dubbio per la partita. È rientrato dalla Coppa d'Africa Badu, che quindi torna a disposizione. Il mister però vuole dare continuità ai suoi uomini, improbabile quindi che uno tra Fofana e Jankto abbia un turno di riposo. Inoltre Hallfredsson ha approfittato dei problemi al ginocchio di Kums per prendersi il posto fisso, starà ora al belga far cambiare idea a Delneri. Assenti Faraoni, che sta ancora recuperando dalla contusione al ginocchio, e Gnoukouri, alle prese con un problema cardiaco che ha messo fine alla sua stagione (e che ha messo in discussione l'accordo tra Udinese ed Inter).

Probabili formazioni

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu, Tomovic, Rodriguez, Astori, Chiesa, Badelj, Vecino, Tello, Bernardeschi, Borja Valero, Kalinic.

Udinese (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; Hallfredsson, Jankto, Fofana; De Paul, Duvàn Zapata, Thereau.

I Convocati

Udinese

Portieri: Karnezis, Perisan, Scuffet

Difensori: Adnan, Angella, Danilo, Felipe, Heurtaux, Samir, Widmer

Centrocampisti: Badu, Balic, De Paul, Evangelista, Fofana, Hallfredsson, Kums, Jankto.

Attaccanti: Ewandro, Matos, Perica, Thereau, Zapata

Fiorentina

Lista ufficiale non pubblicata.