Udinese - Le pagelle, il centrocampo è un film horror

Perso Behrami per infortunio, il centrocampo dell'Udinese viene surclassato dalla Fiorentina, mandando in tilt la difesa friulana e mostrando il nulla in attacco. Meglio nell'ultima mezz'ora.

Udinese - Le pagelle, il centrocampo è un film horror
Angella (28) e Bizzarri (39) nel tunnel degli spogliatoi

Contro la Fiorentina l'Udinese doveva confermare i passi avanti tattici mostrati contro la Sampdoria. Non è successo, anzi si sono ripalesati i soliti problemi.

Bizzarri 5 - Non compie interventi particolari, ma due episodi su tutti pesano sul suo voto. A metà primo tempo con un'uscita folle sulla fascia forse fa perdere a Thereau il tempo di segnare, permettendo ad Angella di appostarsi sulla linea, o forse rischia solo di combinare un disastro. Nel secondo tempo replay dell'errore di Scuffet contro il Torino: tiro dalla distanza, palla respinta e non bloccata e Thereau insacca. La domanda è: ma dov'erano i centrali quando l'ex Pescara non ha trattenuto il pallone?

Widmer 5 - Se qualcuno lo ha visto mi telefoni. Non ha assolutamente il passo ancora per giocare una partita di Serie A e infatti non si fa vedere in avanti e dietro è sempre in affanno. Tolto all'intervallo per palese mancanza di forma fisica. (Alì Adnan 6 - Paradossalmente è tra i migliori in difesa. Sul 2-0, come i due centrali, potrebbe essere un po' più sveglio. Con un paio di diagonali sventa due potenziali pericoli. Ci prova anche in avanti, ma con scarsi risultati).

Angella 5,5 - Nel primo tempo ogni palla crossata finisce agli attaccanti avversari. Salva però un gol sulla linea e nel secondo tempo, forte di un centrocampo con un passo diverso, regge meglio.

Nuytinck 5 - Prima vera insufficienza della stagione per l'olandese. Simeone lo fa ammattire e se per errore in area ci arriva anche Thereau allora è la fine. Tre cross avversari, due occasioni per Simeone e un gol. In mezz'ora. Troppa libertà concessa. Nel secondo tempo meglio grazie all'atteggiamento diverso della squadra.

Samir 6,5 - Il migliore in campo. La sua zona è l'unica in cui l'Udinese soffre poco l'iniziativa avversaria. Prova anche qualche incursione in avanti. Gran senso della posizione in occasione del gol che riapre virtualmente la gara.

Barak 5 - La sua prestazione sarebbe da quattro, ma non se lo merità perchè quello di schermo davanti alla difesa non è il suo ruolo. In Repubblica Ceca era un centrocampista con propensione offensiva, qua Delneri lo sta arretrando sempre di più. Qualcosa non quadra. Resta il fatto che non ha i tempi per pressare gli avversari come farebbe un Behrami o come faceva l'Hallfredsson degli anni passati.

Lasagna 4,5 - Chissà dov'era. In campo no di sicuro. Infatti all'intervallo resta in panchina. (Matos 6 - Incredibile ma vero per una volta il suo ingresso in campo porta un po' di vivacità in più alla manovra, che dura finchè gli altri hanno benzina. Prova meno giocate forzate e cerca di far valere più la sua qualità principale, ovvero la corsa).

Jankto 4,5 - Malissimo in entrambi i tempi. Non si fa vedere mai, tranne che per due tiri inutili che finiscono in curva, per la gioia di qualche tifoso che è riuscito a raccogliere i suoi bolidi.

Fofana 5 - Nullo quanto gli altri, ma almeno alla fine del primo tempo ha un lampo, salta l'uomo e prova un tiro dalla distanza che finisce a lato. Nient'altro da segnalare. Di certo l'etichetta di nuovo Pogba è troppo azzardata e l'infortunio pesa ancora, ma in questa partita fa troppo poco. (Perica 5 - Dovrebbe dare più peso all'attacco. Non ci riesce. Tocca pochi palloni e li perde).

De Paul 5,5 - Delneri in conferenza stampa si lancia in un "De Paul ha fatto una c...." e in effetti la palla persa che dà il via al 2-0 è veramente un brutto errore. Però è l'unico del centrocampo a provare qualcosa di diverso. Messo centrale o ala la sostanza cambia poco. Di positivo un tiro dalla distanza che impegna Sportiello e l'assist per il 2-1.

Maxi Lopez 5 - Forse far giocare sempre e comunque un giocatore che per 8 mesi non ha visto il campo non è un'idea geniale e infatti arriva la prestazione opaca anche per un voglioso Maxi. Lui ci prova anche a farsi vedere, ma non ha mai la brillantezza per fare una giocata pericolosa. Si fa vedere solo per l'assist del gol annullato a De Paul. Delneri lo tiene in campo anche quando è palese che non ce la fa più.

Delneri 4,5 - Imposta la partita per cercare di strappare uno 0-0, con la squadra tutta dietro la linea del pallone. Pessima idea, specie se sei al Franchi e le statistiche dicono che in 41 precedenti la tua squadra ha incassato 90 reti dalla viola. A lui però il passato non interessa, vedremo se la penseranno così i vertici (che un esamino di coscienza dovrebbero farselo su questa squadra) nelle prossime partite. Barak play basso è inutile. Se Lasagna è fuori ruolo allora è altrettanto inutile metterlo laggiù, disperso sulla fascia. I cambi portano a un po' di vivacità in più, certo che tenere dentro un Maxi spompato e mettere dentro un Perica che si sa che a parte la corsa non possiede chissà che qualità sembra una scelta autolesionista. Intanto Bajic e Balic continuano a restare a guardare anche quando la situazione è disperata....