Isco allontana la Juventus dal suo futuro: "Sono felice al Real Madrid"

Il centrocampista del Real Madrid, oggetto del desiderio di molti top club tra cui la Juve, ha parlato dal ritiro della Nazionale spagnola, allontanando le voci di un suo possibile trasferimento: "Voglio terminare il mio contratto con il Madrid".

Isco allontana la Juventus dal suo futuro: "Sono felice al Real Madrid"
Isco con la camiseta blanca del Real Madrid. Fonte: Getty Images

La stagione deve entrare ancora nella sua fase cruciale, eppure iniziano già a rincorrersi i primi rumors di calciomercato. Tra i nomi più gettonati, come ormai accade da qualche tempo, c'è quello di Fransisco Roman Alarcon, comunemente conosciuto come Isco. Il centrocampista offensivo del Real Madrid sta trovando poco spazio sotto la gestione di Zinedine Zidane, per questo dalle parti della Ciudad Deportiva continuano ad arrivare richieste dalla Premier League e dalla Serie A con Manchester City e Juventus in pole position. 

Nonostante le avances di mezz'europa e lo scarso impiego con la maglia dei galacticos, Isco, ha giurato amore al Real Madrid direttamente dal ritiro della Nazionale spagnola: "Se andrò alla Juventus? Bisogna vendere giornali... Io sono molto felice a Madrid. Voglio terminare i due anni di contratto che mi restano".
E' un Isco carico, che non pensa al futuro, ma solo a quello che sarà il clasico di sabato sera al Camp Nou"Sabato dobbiamo vendicarci dopo la brutta immagine di noi stessi che abbiamo dato all'andata al Bernabeu. - 0-4 per i Blaugrana - Personalmente mi sento in forma per il Clasico. Non ho giocato molto e non sono stanco. Vincere al Camp Nou per il Real sarebbe un'iniezione di fiducia molto grande in vista del finale di stagione"

Infine, Isco torna anche su quella che sino a questo momento è stata la sua stagione, ricca di molte pause e critiche: "E' stata una stagione molto difficile, e non penso che sia stata tutta colpa mia e di James Rodriguez.  Io non mi sento preso di mira. Mai nella mia vita, dopo una sconfitta, sono andato in giro. Dopo la partita contro il Las Palmas mi sono arrabbiato con me e non penso che sia stato il primo giocatore ad aver fatto questo".