Formula 1 - Verstappen: "Le sensazioni sono buone, abbiamo provato molte cose"

Le parole del pilota olandese al termine della prima giornata di test a Barcellona.

Formula 1 - Verstappen: "Le sensazioni sono buone, abbiamo provato molte cose"
Fonte foto: Twitter Red Bull

Max Verstappen ha chiuso la prima giornata di test in terza posizione con due decimi e mezzo di ritardo da Sebastian Vettel. L'olandese della Red Bull, che fatto segnare il suo miglior tempo con la mescola media, si è concentrato soprattutto sul passo gara per testare l'affidabilità della nuova monoposto. Queste le sue sensazioni: "E' andato tutto bene, penso che la cosa più importante, ovviamente, fosse mettere insieme il maggior numero di giri possibile e vedere come si comportava la macchina. Ci siamo riusciti. Le sensazioni sono buone, però ci sono le variabili di asfalto e gomme che rendono più complicate le valutazioni. Abbiamo provato molte cose, specialmente diverse parti nella macchina per vedere se reggevano; in generale penso sia tutto ok, non posso dire che abbiamo qualcosa in particolare da tenere d'occhio".

Il pilota della Red Bull, nonostante le buone sensazioni percepite, non si sbilancia circa il livello raggiunto dalla monoposto: "Al momento è presto per dire quanto siamo competitivi, non mi va di parlarne. Non saprei se abbiamo la potenza giusta, lo vedremo a Melbourne. Una cosa però è certa, la Red Bull attuale è più forte di quella dello scorso anno. E anche io lo sono. In realtà oggi non tutto è filato liscio - dato che nel pomeriggio si è verificato un guaio che lo ha costretto a restare ai box per un po' -. C'è stato un piccolo problema legato alla batteria, ha smesso di funzionare e abbiamo dovuto cambiarla, ma dopo questo inconveniente tutto è proseguito al meglio. Chiaro che ci abbia fatto perdere un po' di tempo e non è una cosa che ti auguri, però negli ultimi 30' siamo comunque riusciti a girare".

A chiudere un commento sull'Halo: "La visibilità al momento non è male, è vero che c'è qualcosa davanti ai tuoi occhi, ma nella messa a fuoco la visuale non viene più di tanto disturbata. Pensavamo tutti peggio da questo punto di vista, però è sicuramente molto brutto", chiude cosi l'olandese.