Formula 1 - Raikkonen positivo ma prudente: "Questa Ferrari è molto semplice, ma aspettiamo Melbourne"

Il pilota finlandese è soddisfatto della guidabilità della sua vettura, capace di far segnare tempi molto interessanti in ottica giro secco. Bene anche l'affidabilità sulla lunga distanza.

Formula 1 - Raikkonen positivo ma prudente: "Questa Ferrari è molto semplice, ma aspettiamo Melbourne"
Twitter F1

Seconda settimana di test chiusa in bellezza dalla Ferrari, che ha concluso in testa alla graduatoria delle ultime due giornate di prova, rispettivamente con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Proprio il finlandese ha mostrato un'ottima forma ottenendo buoni risultati sia nei tempi da qualifica che sul passo gara, e i 157 giri completati con il miglior tempo di 1.17.221 sono la dimostrazione dell'ottimo lavoro svolto tra Maranello e Barcellona in questa fase pre-mondiale.

Il numero 7, riuscito a tornare in pista in tempo per la fine dei test dopo dei problemi di salute che lo avevano costretto a non scendere in pista nei giorni scorsi, si è detto soddisfatto della guidabilità della sua SF71H, pur non volendosi sbilanciare troppo in vista del GP di Melbourne e mantenendo sempre quel profilo basso caratteristico sia del personaggio che della linea intrapresa dalla scuderia già lo scorso anno: "Abbiamo avuto una buona giornata e abbiamo trovato un buon feeling con la macchina, era importante dopo il maltempo della settimana scorsa e la malattia di questi giorni. Si può sempre sperare di più chiaramente, ma per ora il bilancio mi sembra positivo."

Più che sul singolo tempo, comunque interessante in ottica prestazioni e qualifica, la concentrazione del finlandese e della scuderia italiana è stata rivolta al ritmo gara, con risultati alla fine soddisfacenti. Raikkonen è rimasto colpito sia dalle prestazioni che soprattutto dalla semplicità della vettura: "Dobbiamo ovviamente migliorare, ma nel complesso abbiamo un pacchetto forte. Questa Ferrari è molto affidabile e sembra funzionare in maniera davvero semplice." Ovviamente il finlandese rimane molto cauto e preferisce attendere l'inizio del mondiale per un giudizio definitivo: "Noi cercheremo di fare del nostro meglio, ma vedremo a Melbourne dove siamo per davvero, ora nessuno può saperlo con certezza. Scopriremo solo in Australia se abbiamo fatto abbastanza e quanto dobbiamo migliorare".