F1, Gp Cina - Verstappen: "Siamo qui per il podio. Hamilton? Rischio calcolato"

Il pilota della Red Bull, dopo l'incidente con Hamilton in Bahrain, va a caccia di riscatto in Cina.

F1, Gp Cina - Verstappen: "Siamo qui per il podio. Hamilton? Rischio calcolato"
F1, Gp Cina - Verstappen: "Siamo qui per il podio. Hamilton? Rischio calcolato" - Foto Max Verstappen Twitter

Un inizio di stagione difficile quello di Max Verstappen, il quale dal weekend cinese chiede una reazione a sé stesso ed alla sua Red Bull. Dopo le scialbe prestazioni in Australia e Bahrain - con l'incidente con Hamilton a fare da ciliegina sulla torta - a Shanghai il belga ha bisogno di un risultato positivo per dare una sterzata alla sua annata. Intervenuto nella conferenza stampa della vigilia, il ventenne è tornato chiaramente sull'episodio con il Campione del Mondo, ma prima ha parlato del feeling con la sua vettura. 

"La macchina è molto veloce, soprattutto in gara. In qualifica perdiamo qualcosa a livello di prestazione e di velocità di punta. Quando questi fattori contano meno in gara, i valori si equilibrano. Pensavo di poter lottare per il podio in Bahrain e non vedo l'ora di ripartire da qui, perché vedo delle cose molto promettenti". 

Riguardo l'incidente con Hamilton, Verstappen prova a difendersi così, giustificando la sua manovra e la sua esuberanza: "Ero in macchina, l'ho visto da lì. Sono le corse, si può dire quel che si vuole. Credo che sia stato un incidente normale, di gara, nulla di pazzo e rischioso. Ti può andare bene o male, come in Messico. Non ci siamo dati spazio a sufficienza, a vicenda, può andare così. Non ho ancora parlato con Lewis. Non ho fatto nulla di sbagliato, era un rischio calcolato. E' semplice dare la colpa al più giovane, ma capita"

Questione di orgoglio e motivazioni, le stesse che i due piloti della Red Bull avevano ad inizio stagione, le quali non muteranno dopo un avvio di annata tutt'altro che positivo: "Siamo qui per chiudere sul podio o vincere le gare. Non ci sarà alcun cambiamento mentalmente, né dal punto di vista dell'atteggiamento. Lottiamo per vincere e per fare il meglio possibile, sempre". 

Infine, sul feeling con la pista di Shanghai, il pilota fiammingo chiude così: "E' vero, lo scorso anno qui feci una bella gara. Iniziammo con le gomme da bagnato ed avevamo un buon feeling con la pioggia. Andò tutto bene e riuscii a fare un paio di buoni sorpassi. Spero possa essere altrettanto anche quest'anno".