F1, Gp di Spagna - Per la Ferrari un venerdì in chiaroscuro. Le parole di Vettel e Raikkonen

Un esordio nel Gp di Spagna in chiaro-scuro per le Ferrari con Vettel contento delle novità sulla monoposto ma dubbioso sulle gomme. Un problema, probabilmente alla PU, ha invece fermato Raikkonen nelle seconde PL.

F1, Gp di Spagna - Per la Ferrari un venerdì in chiaroscuro. Le parole di Vettel e Raikkonen
Foto da: Twitter ufficiale Scuderia Ferrari

Inizio non facile per la Ferrari nel week end del Gp di Spagna: Vettel e Raikkonen hanno approvato le novità aerodinamiche portate sulla vettura di Maranello, ma rimangono grossi dubbi sull'utilizzo delle gomme. Inoltre per il finnico nelle seconde libere c'è stato un problema alla PU che dovrà essere indagato dai tecnici in rosso. Ecco le parole dei due piloti.

foto da: Twitter ufficiale Scuderia Ferrari

Sebastian Vettel si è detto contento della monoposto, ma ha anche avuto pareri non proprio positivi per le nuove gomme portate dalla Pirelli per questo Gran Premio: "Tutto quello che abbiamo portato sulla vettura è sembrato funzionare bene: questo è davvero importante. La novità più grande riguarda gli specchietti: adesso è più facile guardare dietro. Però in questo week-end il cambiamento più grande, per tutti, è rappresentato dalle gomme Pirelli. Sono molte diverse da quelle precedenti, e non saprei dire se sono migliorate, anche se sono le stesse per tutti. Oggi la pista non era perfetta, e per questo è stata una giornata piuttosto altalenante. Non ho mai fatto la pole qui? Davvero? Non lo sapevo! Magari allora è l'occasione buona per farla. Qui inoltre è piuttosto importante, perchè stare in scia alle altre macchina è difficile, quindi partire davanti è fondamentale".

foto da: Twitter ufficiale Scuderia Ferrari

Kimi Raikkonen ha naturalmente posto l'accento sul suo problema tecnico, che ha chiuso anzitempo le sue PL2: "Non so ancora esattamente cosa sia successo. So che mi sono dovuto fermare, ho dovuto spegnere la macchina. Ma dobbiamo ancora capire cosa sia accaduto. Da queste PL è impossibile capire i valori in campo, ma noi sappiamo cosa dobbiamo fare e dove dobbiamo lavorare. Domani di sicuro vedremo le reali prestazioni di tutti, e sono sicuro che saremo vicini. Basta aspettare e vedremo cosa accadrà".