Si scrive Vettel, si legge furia

Il weekend perfetto del pilota della Ferrari che ha trionfato nel Gran Premio del Canada

Si scrive Vettel, si legge furia
twitter.com

Sebastian Vettel ​dopo una grandiosa qualificazione e una gara da professionista riporta la Ferrari  sul gradino più alto dopo 14 anni a Montereal.

Dichiarando nel weekend, durante lo svolgimento delle prove libere, che non era favorito sul circuito ha dimostrato cosa può fare realmente sulla sua monoposto facendo un' ottima qualifica che gli ha permesso di partire davanti e tenersi la posizione per tutto il Gran Premio, vincendo la sua cinquantesima gara in carriera. Salendo da vincitore sul podio è riuscito a superare di un punto il suo avversario Lewis Hamilton nella classifica generale del mondiale.

Sappiamo tutti quanti quanto questa rivalità è sentita anche se i due  da veri sportivi  cercano di mantenere un clima di quiete davanti alle telecamere o nelle dichiarazioni che rilasciano. Arrivare davanti al proprio avversario ti deve dare per forza quel senso di gratificazione dopo tutto quello che hai fatto per arrivare a quel risultato e questo da la spinta nel migliorarsi ogni volta, per essere consapevoli che ci sarà sempre qualcuno con cui dovrai competere per riuscire a vincere il titolo Mondiale. Nessun punto è regalato.

Vettel risponde alle critiche sulla mancanza di spettacolo in gara paragonando la F1 al calcio: ''La prossima settimana inizieranno i Mondiali in Russia e sono certo che molti match non saranno entusiasmanti al contrario di altri, ma la gente guarderà lo stesso le partite''. Niente comunque è scontato nel mondo della Formula 1 fino a quando non passi per l'ultimo giro la bandiera a scacchi.

Sebastian Vettel con questa cinquantesima vittoria iniziare ad essere un ottimo successore di Schumacher riportando la Rossa nel posto in cui gli spetta, farà di tutto in questo mondiale per arrivare a quel titolo che l'anno scorso gli è sfuggito di mano per un paio di gare molto sfortunate.