24h di Alonso

Fernando Alonso vince a Le Mans e si avvicina alla storia

24h di Alonso
Twitter.com

Fernando Alonso è appena sceso dal podio della 24h di Le Mans e dal gradino che compete ai campioni. Vederlo lassù non può aver lasciato indifferente nessun appassionato di corse mentre l'effetto per i suoi tifosi sono state semplicemente le lacrime. Sono state 24h di ansia per chi ama lo spagnolo perché la frase no power poteva nascondersi ad ogni curva e invece ironia della sorte siam qui a ringraziare un motore ibrido giapponese che non è l 'Honda ma trattasi della Toyota.

Chi segue l'iberico da anni giura di non averlo mai visto cosi felice neanche ai tempi d'oro Renault e ammettiamolo di rospi Fernando ne ha dovuto ingoiare tanti e non è il momento di stare a sindacare per colpa di chi o cosa , quindi quel sorriso sul mascellone ha tutta la ragione di esserci. 

Sicuramente dal punto di vista tecnico si può valutare il fatto che la Toyota Hybris praticamente gareggiava da sola , ma le macchine sono 2 e 24h tremendamente lunghe . Per chi non è nottambulo va sottolineato che Fernando prima dell' alba guidando con una precisione disarmante e grinta allo stato puro , ha recuparato quasi 2 minuti di distacco alla vettura gemella permettendo poi al compagno di squadra Nakajima di effetuare il sorpasso. Non è proprio cosa da tutti specialmente al debutto nella grande classica di durata.

Tornando ai festeggiamenti vedere Alonso che sventolava la bandiera nipponica sapeva di ironia , forse anche lui lo ha pensato magari anche un po' malignamente ma Fernando è cosi prendere o lasciare e chi ama le corse sa bene che la prima opzione è quella giusta.

Già lasciare...perché quell' allegria,  la gioia , l'esultanza per chi adora la F1 e lo spagnolo nascondono anche un po' di amaro. Pensiamoci Fernando salirà la prossima settimana sulla Mclaren per il Gp di Francia , il podio è una chimera che neanche nei sogni più segreti è raggiungibile e lui sentirà sulla sua pelle ancora il profumo dello champagne di Le Mans. Rischiamo di perdere uno dei migliori piloti di F1 e tutti ne sentiranno la mancanza anche chi continua a criticarlo per scelte sbagliate dimenticandosi dell' immenso talento. 

E nel futuro cosa c'è? Semplice quella triplice corona che è già sulla sua testa per i 2/3....