F1 Gp Gran Bretagna, Hamilton: "Qualcosa è da migliorare, ma siamo i più veloci"

Conferenza stampa del Gp di Gran Bretagna, parola a Leclerc, Verstappen ed Hamilton. One man show del pilota Mercedes che si è mostrato più sicuro che mai.

F1 Gp Gran Bretagna, Hamilton: "Qualcosa è da migliorare, ma siamo i più veloci"
Fonte Twitter LewisHamilton

Il GP di Gran Bretagna comincia oggi con la conferenza stampa, un appuntamento che chiuderà il trittico Francia - Austria ed appunto Silverstone. Piloti protagonisti della conferenza con umori diversi: infatti Verstappen è reduce dalla vittoria al Red Bull Ring, Leclerc è stato autore dell'ennesima bella prova che l'ha portato a punti, mentre il beniamino di casa Hamilton viene dal ritiro dopo una gara difficile dal punto di vista degli pneumatici e dell'affidabilità.

Il primo a parlare è il talentino della Sauber che ha sottolineato come dopo un avvio difficile ha avuto la svolta a Baku, dove grazie all'aiuto degli ingegneri è riuscito a trovare il giusto feeling con la vettura. Verstappen è tornato con piacere sulla vittoria in Austria, poi ha messo un po' le mani avanti, pronosticando un weekend difficile, ma promettendo battaglia «saremo lì». Hamilton va a caccia del sesto sigillo sul tracciato di casa, ha fatto notare che la Mercedes ha sempre reagito dopo i passi falsi, e soprattutto che «abbiamo apportato miglioramenti alla macchina che hanno aumentato il mio feeling e la sua comprensione da parte del team. I valori continueranno a cambiare, ma sono certo che alla fine miglioreremo ancora. C'è una battaglia con due team, ma questo sport è così, spreme al massimo il potenziale della macchina».

Hamilton essendo il padrone di casa è l'uomo sotto i riflettori, risponde con sicurezza alla domanda su chi abbia la macchina più veloce: «Continuo a pensare che siamo i più veloci e saremo i migliori alla fine». Poi tocca anche il punto sull'affidabilità, ammette che un po' di preoccupazione c'è, ma Mercedes userà tutto il suo potenziale e lui non si farà influenzare durante il weekend. Complice la mentalità vincente del team, spronato da Lewis, che parla volentieri dell'Inghilterra impegnata in Russia, meno della Ferrari: «Sono concentrato su quello che faccio io e sono convinto che facendo così andremo più forte degli altri»; l'obiettivo non può che essere tornare in testa al mondiale nel gp di casa. 

Poi tutti e tre i piloti hanno parlato degli pneumatici che qui non dovrebbero dare gli stessi problemi mostrati in Austria, e del DRS utilizzabile anche in curva 1, convenendo che sarà difficile guadagnare in quel punto della pista. Riguardo ad un possibile ritorno in testa alla classifica Hamilton è fiducioso, mentre Verstappen ha parlato di come sia difficile, perché avrebbe bisogno di una Red Bull veloce su tutti i tracciati. La casa anglo-austriaca avrà il motore Honda l'anno prossimo, Max a riguardo non si è sbilanciato: «Loro stanno progredendo, ma è difficile fare previsioni». L'ultima parola spetta a Lewis che in caso di vittoria ha affermato che probabilmente festeggerà ancora col pubblico (l'anno scorso surfò sulla folla a mo' di rockstar).