F1, Montréal: Lewis Hamilton torna alla vittoria, Ferrari fuori dal podio

Il leader iridato ottiene una schiacciante vittoria sul circuito canadese, precedendo il compagno di squadra Nico Rosberg e Valtteri Bottas. Per la prima volta in questa stagione non c'è una Ferrari sul podio: Kimi Raikkonen è quarto, mentre Sebastian Vettel chiude quinto. b

F1, Montréal: Lewis Hamilton torna alla vittoria, Ferrari fuori dal podio
foto: Getty Images

Un settimo appuntamento quello a Montréal che non mostra niente di nuovo:  si pone ancora in evidenza lo strapotere Mercedes, con entrambi i piloti che scattano dominando dall’inizio alla fine la gara. È Lewis Hamilton ad ottenere una nuova vittoria, davanti al compagno di squadra Nico Rosberg, mentre arriva il primo podio stagionale per la Williams con Valtteri Bottas, che precede le Ferrari di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel.

Si spegne il semaforo ed assistiamo ad una nuova ottima partenza del duo Mercedes, seguito da vicino da Raikkonen, Bottas, Grosjean e Hulkenberg. Nelle retrovie Vettel ha recuperato qualche posizione e si pone in lotta con Sainz che lo precede, mentre Button, scattato in ultima posizione, rientra presto al box per scontare un drive-through. Bastano pochi giri perché Hamilton faccia segnare una serie di tempi record, mentre la battaglia si sviluppa soprattutto nelle retrovie, con Vettel che cerca di superare Massa, Alonso ed Ericsson per l’undicesima posizione. ma per il ferrarista è previsto un pit stop anticipato, che lo toglie così dal traffico: la sosta però è più lunga del dovuto a causa di un problema alla gomma posteriore sinistra ed alla fine il tedesco è costretto a ricominciare quasi da zero la sua rimonta. Massa intanto sta rimontando costantemente, portandosi a ridosso della top ten, mentre Raikkonen al momento contiene il distacco da Rosberg, fermo sul secondo mezzo circa. Al giro 27 è il turno del pilota finlandese al box, riuscito perfettamente, ma poco dopo il suo ritorno in pista il ferrarista è protagonista di un testacoda per fortuna senza conseguenze ma che gli fa perdere una decina di secondi. Il giro successivo Bottas si ferma al box e riesce a rientrare proprio davanti al connazionale, che perde così un podio che sembrava sicuro. Passa qualche giro ed è il turno anche del pit stop per le Mercedes: prima tocca a Hamilton, mentre il giro successivo è Rosberg a fermarsi, quindi le posizioni dei due piloti non cambiano.

Continua la rimonta di Vettel, portatosi ora in settima posizione, dietro a Maldonado e Massa, che sembra avere ora qualche problema di gomme: infatti poco dopo il brasiliano si dirige ai box per il suo primo pit stop dall’inizio della gara, che ha già superato la sua metà, ed è l’unico tra i piloti di testa a ripartire con gomme supersoft. Dopo il testacoda Raikkonen è costretto ad un pit stop anticipato, cambiando le gomme morbide con le gomme supersoft per cercare di recuperare terreno sul connazionale Bottas. Nel frattempo Vettel continua a dimostrarsi velocissimo stampando in sequenza giri record e recuperando terreno sui piloti che si trova davanti, mentre il compagno di squadra poco dopo con un 1:16.9 riesce a marcare il record del circuito. Si sviluppa una lotta poi tra il tedesco della Ferrari e Hulkenberg, che si ritrovano vicinissimi ma senza toccarsi: Vettel riesce a prendersi la quarta posizione, mentre il tedesco della Force India finisce in testacoda ma riesce a ripartire. Entrambi i piloti vengono posti sotto osservazione dalla direzione gara, ma alla fine non viene preso giustamente nessun provvedimento e la gara continua. Passa qualche giro tranquillo e si verifica il contatto tra Grosjean e Stevens, con il pilota Lotus che chiude troppo la traiettoria sul pilota Manor: entrambi sono costretti ad un pit stop non previsto, ma non finisce qui, perché poco dopo al francese vengono comminati cinque secondi di penalità, da aggiungere a fine gara. Ad una decina di giri di distanza si verificano i ritiri di Alonso prima e Button poi: si chiude così un altro weekend molto complicato e ricco di problemi per la McLaren-Honda. A pochi giri dalla fine poi c’è anche il ritiro della Manor di Merhi, che rientra direttamente al box chiudendo così il fine settimana canadese.

Le posizioni sono ormai congelate, con Lewis Hamilton che taglia il traguardo per primo con un buon margine sul compagno di squadra Nico Rosberg, secondo. Terzo è Valtteri Bottas, che porta la Williams sul podio per la prima volta in questa stagione, davanti alle due Ferrari di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, autore di una strepitosa rimonta, così come Felipe Massa, che chiude il difficile weekend canadese in sesta posizione.

La classifica:

1. GBR L.Hamilton Mercedes Mercedes 1:31:53.145
2. GER N.Rosberg Mercedes Mercedes +2.285
3. FIN V.Bottas Williams Mercedes +40.666
4. FIN K.Raikkonen Ferrari Ferrari +45.625
5. GER S.Vettel Ferrari Ferrari +49.903
6. BRA F.Massa Williams Mercedes +56.381
7. VEN P.Maldonado Lotus Renault +66.664
8. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes +1 giro
9. RUS D.Kvyat Red Bull Renault +1 giro
10. FRA R.Grosjean Lotus Renault +1 giro
11. MEX S.Perez Force India Mercedes +1 giro
12. SPA C.Sainz Jr Toro Rosso Renault +1 giro
13. AUS D.Ricciardo Red Bull Renault +1 giro
14. SWE M.Ericsson Sauber Ferrari +1 giro
15. NET M.Verstappen Toro Rosso Renault +1 giro
16. BRA F.Nasr Sauber Ferrari +2 Giri
17. GBR W.Stevens Marussia Ferrari +4 Giri
-. SPA R.Merhi Marussia Ferrari Ritirato
-. GBR J.Button McLaren Honda Ritirato
-. SPA F.Alonso McLaren Honda Ritirato