Vettel: "Come una vittoria"

Il tedesco omaggia il pubblico di Monza, sventola il vessillo rosso alle spalle della Mercedes di Hamilton.

Vettel: "Come una vittoria"
Vettel: "Come una vittoria"

Davanti, una freccia d'argento, Lewis Hamilton conferma le sensazioni del week-end, conquista la vittoria - in attesa di conferma - e la superiorità della Mercedes. Dietro, il rosso acceso di Sebastian Vettel. La Ferrari protagonista, spalla a spalla. Sul podio, il tedesco si affianca all'inglese, sulle tribune uno sventolio incessante di bandiere, l'urlo di un amore, di una passione, l'esaltazione di una storia. 

"Grazie tifosi, tutto questo è incredibile, tutta la squadra vi ringrazia, essere qui è una sensazione indescrivibile. Credo che sia il mio miglior secondo posto, sono grato ai tifosi è stato un giorno quasi perfetto perché non so cosa sia successo al via a Kimi".

Un filo diretto unisce Vettel e la Ferrari, un'emozione avvicina chi osserva al fenomeno al volante. Il popolo rosso è partecipe della prova di Seb, entra in abitacolo e gode del talento del ragazzo di Heppenheim. Conta poco il verdetto, le carte non incidono sulle sensazioni, quelle prescindono dal risultato, esulano dai numeri. 

Vettel e Monza, sette anni dopo, un ricordo che prende forma, assume tinte nuove, comunque straordinarie. 

"Eravamo veloci, ma non abbastanza per star dietro a Lewis. Se dovesse cambiare l'ordine di arrivo? Le emozioni che ho provato non cambierebbero con più punti, qui non è una questione di punti, ma di sensazioni e tutto quello che ho visto rende la nostra vita più degna di essere vissuta per le emozioni che ho ricevuto. È come una vittoria, un'emozione simile a quella della vittoria del 2008. Il primo podio con la Ferrari qui è incredibile e sono grato a tutti per questo"

Si riparte da qui, dal capolavoro di Vettel, dalla forza della Ferrari, con un piccolo neo da cancellare. Kimi è grande e sfortunato, ma la macchina cresce e Seb è nel cuore dei tifosi, ogni giorno di più.