F1, Wolff risponde a Marchionne: "Nuove qualifiche? Erano tutti d'accordo"

Il boss della Mercedes ha risposto al n°1 del Cavallino puntualizzando come tutti i team, Ferrari inclusa, fossero a favore del nuovo sistema 'shoot-out'.

F1, Wolff risponde a Marchionne: "Nuove qualifiche? Erano tutti d'accordo"
Toto Wolff

La proposta relativa alle modifiche del sistema di qualificazione è arrivata dal promotore e tutte le squadre presenti nella commissione di Formula 1 hanno votato a favore”. Così ha puntualizzato il team principal della Mercedes Toto Wolff

Una risposta indirizzata al Presidente della Ferrari Sergio Marchionne in merito a quanto espresso ieri. Dal Salone deIl’Auto di Ginevra il n°1 del Cavallino si è infatti detto contrario al nuovo sistema, sostenendo la necessità di riunirsi al tavolo per ulteriori approfondimenti.

Per noi come Mercedes non è stato un problema, - ha proseguito l’austriaco - perché il nuovo sistema non ha impatti sui valori tecnici in campo. Se il promotore crede che sia un elemento migliorativo a noi va bene. Poi ho sentito che ci sono stati dei problemi di tempo legati all’aggiornamento del software di gestione, e che il tutto è stato rimandato”.

Il boss della Stella a tre punte non ha nascosto l’ottimismo per una prima metà di test da record, quantomeno sotto l’aspetto dei chilometri percorsi. “Se consideriamo i riscontri dei test pre-campionati dal 2014 al 2016 – ha spiegato Toto  – quelli di quest’anno sono indubbiamente i migliori. In parte credo sia dovuto alla stabilità regolamentare che ci ha fatto crescere stagione dopo stagione, ma c’è anche ovviamente l’ottimo lavoro fatto da tutta la squadra”.

Una continuità che ha dato i primi frutti generando una monoposto granitica e dalle enormi potenzialità. La power unit tedesca è una garanzia ma sulla W07 Hybrid sono fiorite novità aerodinamiche a cascata, a complemento di un’ossatura già perfetta; una ricerca della perfezione che ha interessato l’intera superficie dell’auto, dal muso al retrotreno.

Preludio a un nuovo dominio? “A volte si completano dei test invernali perfetti e poi alla prima gara arrivano i problemi, quindi meglio non correre troppo. - ha frenato Wolff - Ma quando si muovono i primi passi con una vettura nuova ci può stare e soprattutto le prime volte che ci si spinge al limite ci può essere qualche cedimento. I test servono anche ad identificare questi problemi”.