Hungaroring, FP2: Rosberg vola, ma Ferrari e Red Bull migliorano

In questa sessione di prove libere Lewis Hamilton non ha potuto imporsi e Nico Rosberg ha colto la palla al balzo portandosi in prima posizione. Migliorano Ferrari e Red Bull, ma restano attardate dalle Mercedes.

Hungaroring, FP2: Rosberg vola, ma Ferrari e Red Bull migliorano
foto: Getty Images

Per la prima volta dal 2013 un pilota che non è Lewis Hamilton è riuscito a conquistare il primo posto in una sessione di libere all'Hungaroring. Nico Rosberg infatti ha chiuso il turno in testa, complice anche l'errore del compagno di squadra che è andato a sbattere all'entrata di curva 11 nel quinto giro.

Rosberg è stato capace di fermare il crono sull’1:20.453, risultando mezzo secondo più veloce rispetto a Daniel Ricciardo, che ha ottenuto il secondo tempo. Dietro l’australiano, ecco Sebastian Vettel, che si piazza in terza posizione come questa mattina. La Ferrari è riuscita a ridurre il distacco, ma resta ancora a un secondo dalla Mercedes. Quarto tempo per Max Verstappen davanti a Lewis Hamilton che, nonostante il botto, difende la quinta posizione. Sesta l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen, mentre le due McLaren di Fernando Alonso e Jenson Button confermano la buona prestazione ottenuta questa mattina e chiudono la seconda sessione di prove libere in settima e ottava posizione rispettivamente. Seguono le Force India di Nico Hulkenberg, nono e Sergio Perez, che chiude la top ten. Male anche in questo turno Toro Rosso e Williams, con Carlos Sainz fermato a pochi minuti dal termine da un guasto tecnico. Haas e Sauber invece fanno progressi. A chiudere la classifica le due Manor. 

Durante la sessione abbiamo assistito a diversi lunghi e molti testacoda (fortunatamente senza conseguenze). Molto probabilmente il tutto è dovuto al nuovo asfalto e alle condizioni scivolose della pista, vista la pioggia caduta durante la notte. A soffrire è stata principalmente la Toro Rosso: infatti i piloti si sono lamentati più volte con i meccanici perchè il retro della macchina tendeva a sbandare.

Ecco la classifica dei tempi​