F1, Strategy Group: via libera alle comunicazioni radio, Halo rimandato al 2018

Si è riunito oggi lo Strategy Group, che ha deciso di rimandare al 2018 l’introduzione dell’Halo. Si è discusso inoltre sulle comunicazioni radio, a cui sono state tolte le limitazioni. Approvata anche la partenza da fermi dopo la Safety Car.

F1, Strategy Group: via libera alle comunicazioni radio, Halo rimandato al 2018
foto: da web

Era programmata per oggi a Ginevra una riunione dello Strategy Group, i cui temi principali riguardavano le comunicazioni radio e l’introduzione dell’Halo, che tante polemiche hanno suscitato. Le restrizioni dei team radio messe in atto non sono mai state completamente digerite, soprattutto dagli appassionati, e gli avvenimenti delle ultime gare hanno portato a discutere sull’effettiva utilità. Lo Strategy Group ha così deciso di rendere libere le comunicazioni tra team e piloti, lasciando però le limitazioni solo nel giro di ricognizione. Libertà anche per quel che riguarda le uscite di pista: il superamento del track-limit da parte di alcuni piloti non sarà più penalizzato, come avvenuto fino alla scorsa settimana. Sembra che l’effetto sia immediato e che già ad Hockenheim non ci saranno penalità, le ragioni sono da ricondurre al dubbio se effettivamente l’uscita di pista possa avvantaggiare o meno i piloti.

Novità anche sulle partenze in condizioni di bagnato: a causa le numerose polemiche sorte dopo l’ultimo start dietro alla Safety Car, lo Strategy Group avrebbe approvato le partenze da fermo una volta rientrata la vettura di sicurezza. I piloti si schiereranno così nelle rispettive posizioni in griglia di partenza per effettuare una partenza normale.

Argomento di discussione è stato anche l’Halo, la cui introduzione era prevista per la prossima stagione. I piloti, per la maggior parte favorevoli, dipendevano però dalla decisione della Fia, che ha optato per un altro anno di attesa. Lo sviluppo del sistema di sicurezza verrà così portato avanti anche durante il 2017, rimandando così l’eventuale introduzione al 2018.

La Fia ha così diramato un comunicato ufficiale a seguito della decisione presa: “È stato deciso che, a causa dell’intervallo di tempo troppo breve per l’inizio della stagione 2017 di Formula 1, sarebbe più prudente utilizzare il resto di quest’anno e parte del prossimo per continuare a valutare il potenziale di tutte le opzioni prima della conferma finale. Questo includerà ulteriori test in pista del sistema Halo nel resto di questa stagione e durante la prima parte della stagione 2017. Mentre l’Halo è ancora l’opzione preferita perché soddisfa le richieste di sicurezza, lo Strategy Group ha deciso che un altro anno di sviluppo potrebbe portare ad una soluzione ancora più completa. L’introduzione dell’Halo resta comunque forte nel 2018”.