Quale futuro per Giovinazzi, F1 o DTM?

Sembra sempre più probabile il rientro di un pilota italiano in F1, con l'arrivo di Antonio Giovinazzi, talentuosa guida pugliese, in testa al mondiale Gp2

Quale futuro per Giovinazzi, F1 o DTM?
Giovinazzi in azione con la sua monoposto a Silverstone

Manca sempre meno alla fine del Mondiale 2016 di Formula 1, ma l'attenzione volge già alla nuova stagione, con la formazione delle scuderie al momento ancora incomplete. Sembra sempre più probabile il rientro di un pilota italiano in F1, Antonio Giovinazzi, giovane talento pugliese, è seguito con attenzione dalla Mercedes. Ciò non significa che il driver italiano siederà sul sedile della vettura campione del mondo, ma molto probabilmente farà il suo esordio in uno dei team satelliti della casa di Stoccarda.

Le scuderie indicate per il salto in F1 da parte del ragazzo, che al momento sta lottando autorevolmente per il titolo Gp2, sono Force India e Manor. Squadre entrambe legate alla Mercedes attraverso gli accordi sulla fornitura delle PU. L’arrivo di Giovinazzi in uno dei due team potrebbe far smuovere un po’ le acque del mercato che, dopo l’arrivo di Stroll in Williams, sembra essersi un attimo fermato. 

In caso di arrivo in Manor, ci sarà Pascal Wehrlein ad aspettarlo, mentre Esteban Ocon, nonostante dei risultati non esaltanti, andrà ad occupare il sedile della Force India, insieme al messicano Sergio Perez. Ma proprio quel posto, che sarebbe di Ocon, potrebbe diventare di Giovinazzi, che esordirebbe immediatamente con una scuderia di livello. In questo valzer di posti e scambi, sembra sicura la permanenza in Manor di Wehrlein, che, in vista della stagione 2018, potrebbe passare direttamente in Mercedes, nel caso in cui uno dei due alfieri del team tedesco scelga di abbandonare la squadra o il circus. 

Fonte: dal web
Fonte: dal web

Nell’ipotesi in cui Giovinazzi non trovi un sedile pronto in F1, evento all'apparenza complicato, c’è il DTM, dove ha gia corso lo scorso anno, ad aspettarlo, sempre con la tuta della Stella di Stoccarda addosso.

Dunque, dopo anni oscuri per i colori italiani in Formula 1, prende corpo la possibilità che un alfiere tricolore rientri nella massima categoria motoristica. Anche se con un team tedesco, dal momento che la Ferrari, a quanto pare, ha gli occhi puntati su altri giovani, come l’italiano Antonio Fuoco o i francesi Leclerc e Giuliano Alesi, figlio dell'amatissimo Jean Alesi. Probabilmente a breve avremo altre novità, che ci faranno capire le intenzioni di Mercedes nei confronti del pilota pugliese.