Formula 1: A rischio i gp di Singapore e Malesia

Una scelta dolorosa ma, probabilmente, inevitabile. Il calo vendita dei biglietti mette spalle a muro i due paesi.

Formula 1: A rischio i gp di Singapore e Malesia
Photo by "ForlìToday.it"

Nuova novità, nuovo colpo di scena per quanto riguarda la Formula 1. Bernie Ecclestone, attraverso la stampa tedesca, ha reso noto al pubblico che i circuiti di Singapore e Malesia potrebbero essere cancellati. Il motivo principale è il brusco calo di spettatatori registrati: i dati indicano che la scorsa gara registrata a settembre ha totalizzato solamente 73.000 spettatori, a discapito degli 87.000 dello scorso anno.

Discorso per certi versi simile anche per quanto riguarda la Malesia, paese che ha dichiarato di voler rinunciare a questo bellissimo appuntamento non appena il contratto andrà in scadenza - 2018 - . Sarà giunto il momento di dire addio a questi meravigliosi circuiti? Chissà come la prenderà Daniel Ricciardo, pilota Red Bull che proprio nell'autodromo di Singapore ha stabilito il record di 1 minuto e 47 secondi nello scorso settembre; questo circuito, inoltre, è molto caro al "nostro" Sebastian Vettel, capace di vincere per ben 4 volte alle spalle di Hamilton, Alonso e Rosberg.

La pista della Malesia, invece, può vantare più storia visto che ospita le gare della Formula 1 dal 1999, anno in cui a vincere fu proprio Eddie Irvine della Ferrari. E' un circuito che ha portato fortuna alla scuderia di Maranello viste le 7 vittorie conquistate, e anche i numeri riguardanti le vittorie dei piloti sono strettamente collegate: Vettel ci ha vinto ben 4 volte, 3 successi per Alonso e Schumacher, 2 per Raikkonen e 1 per l'inglese Irvine. Numeri e statistiche dalle sfumature rosse, con la speranza che i due circuiti cambino idea.