F1 - Ad Abu Dhabi ultimo show dell'anno: presentazione e orari del Gp degli Emirati Arabi

Ultimo decisivo appuntamento del mondiale 2016. Nico Rosberg può finalmente realizzare il sogno di vincere un mondiale. Davanti a lui 55 giri e Lewis Hamilton, pronto a vendere cara la pelle.

F1 - Ad Abu Dhabi ultimo show dell'anno: presentazione e orari del Gp degli Emirati Arabi
Fonte: getty images

Mancano soltanto 305.355 km, o se preferite 55 giri, alla fine del mondiale 2016 di Formula 1. Ultimo capitolo di una stagione dominata dalle due Mercedes di Nico Rosberg e Lewis Hamilton, due piloti che hanno fatto della loro rivalità l’unico show di questa annata sulle quattro ruote, noiosa e interrotta solo dalle due vittorie Red Bull, resa vivace da post-gara roventi, polemiche e veleni tra piloti e scuderie. Ora si arriva nello scenario della magnifica Abu Dhabi, città nata negli ultimi decenni, grazie ai ricchi sceicchi, ed è qui che si assisterà alla resa dei conti tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Chi sarà a trionfare tra i due? Hamilton farà poker o Nico, 34 anni dopo papà Keke, riuscirà a riportare il titolo in famiglia, così come fece 20 anni fa Damon Hill?

I RECORD DEL CIRCUITO- Lo Yas Marina circuit è un circuito abbastanza giovane, infatti è entrato nel mondiale soltanto 7 anni fa, nel 2009. Da allora sul gradino più alto del podio emiro sono saliti soltanto 4 piloti, con Sebastian Vettel e la Red Bull che detengono il record di vittorie, 3 a testa. A ruota del tedesco, troviamo Hamilton con due vittorie, mentre sono fermi a 1 Raikkonen e Rosberg. La Ferrari non ha un buon rapporto con la pista di Yas, infatti il miglior risultato è un 2° posto conquistato da Fernando Alonso nel 2011 e nel 2012. Proprio qui il binomio Ferrari-Alonso ha vissuto di uno dei momenti più tragici della storia della F1 moderna, con il Gp del 2010, quando l’asturiano perse un mondiale a portata di mano, per colpa di una vettura inefficiente e di una strategia non proprio illuminata.

CARATTERISTICHE DEL TRACCIATO- Ennesima creazione dell’ingegnere Herman Tilke, ha visto la luce tra il 2008 e il 2009. Posto sull'Isola di Yas, è situato a circa 30 minuti dalla città di Abu Dhabi e si snoda tra campi da golf, parchi a tema e hotel extralusso. Dal 2009, anno della prima edizione, ha ospitato il secondo gran premio del Medio Oriente dopo quello del Bahrein. Lungo 5554 metri, è formato da 21 curve, 12 a sinistra e 9 a destra. Percorso in senso antiorario, il circuito è caratterizzato da due lunghi rettilinei, uniti da una chicane, molto insidiosa. Caratteristico è anche il tratto dalla curva 2 alla 5, formato da un curvone da percorrere ad alta velocità e da un breve rettilineo, che porta alla chicane 5-6, seguita da un tornante, che immette sul rettilineo più lungo. 

Fonte: formula1.com
Fonte: formula1.com

FAVORITI- Pochi calcoli e piede pesante, questo è l’imperativo per l’ultimo Gp della stagione. Indubbiamente tutto vivrà sulla rivalità Rosberg vs Hamilton. Hamilton deve a tutti i costi vincere ed ha sempre mostrato un buon feeling con il circuito di Abu Dhabi, inoltre viene da un momento di forma spettacolare, fatto di 3 vittorie consecutive, in Gp che ha dominato senza intoppi. Di contro Nico Rosberg non starà a guardare. Nonostante gli basti un 4° posto, anche in caso di vittoria del rivale, ha ammesso di voler portare a casa il 2° trionfo negli Emirati. Dietro ai due Mercedes, attenzione a Verstappen, che raramente si tira indietro quando sente odore di grandi risultati, come ha dimostrato anche in Brasile. L’olandese quando si tratta di spingere sull’acceleratore non ha limiti e potrebbe anche infischiarsene della lotta iridata, nel caso in cui gli si presenti la possibilità di un colpo grosso. Red Bull che avrà anche la freccia Ricciardo da scoccare dal proprio arco. L’australiano ha vinto in Malesia, ma sul circuito di Yas Marina non ha mai ottenuto granchè. Chi aspetta soltanto di chiuderla la stagione è la Ferrari, protagonista di una cavalcata deludente, condizionata da una marea di errori e da tanti problemi di natura tecnica. Vettel e Raikkonen hanno un buon rapporto con la pista e potrebbero provare ad inventarsi qualcosa per portare a Maranello almeno un podio, che manca addirittura da Monza.

ORARI TV- L'ultimo Gran Premio della stagione sarà in diretta sia sul canale dedicato Sky Sport F1, che sui canali Rai. 

Giovedì 24 novembre: 
12:00 - Conferenza stampa (Sky Sport F1 HD)
Venerdì 25 novembre:
11:00 – Prove Libere 1 (diretta Sky Sport F1 HD e RaiSport 1)
15:00 – Prove Libere 2 (diretta Sky Sport F1 HD e RaiSport 1)

Sabato 26 novembre:
12:00 – Prove Libere 3 (diretta Sky Sport F1 HD e RaiSport 1)
15:00 – Qualifiche (diretta Sky Sport F1 HD e Rai 2)

Domenica 27 novembre:
17:00 – Gara (diretta SkySport F1 HD e Rai 1)