Formula 1, Wolff ai microfoni: "Il dopo Rosberg? Ci sono molte piste.."

Toto Wolff si è esposto ai microfoni della stampa per raccontare le emozioni della passata stagione. Sul dopo Rosberg ci sono più strade..

Formula 1, Wolff ai microfoni: "Il dopo Rosberg? Ci sono molte piste.."
Photo by "F1GrandPrix.it"

Sostituire un pilota come Nico Rosberg non è facile, soprattutto a dicembre quando la maggior parte dei piloti ha già trovato una sistemazione. Il vantaggio di cui gode la Mercedes è la straordinaria competitività della vettura e la figura di Lewis Hamilton come primo pilota, un dettaglio che non deve essere assolutamente sottovalutato. 

"Dopo l'annuncio di Rosberg sono stato bersagliato di telefonate. Mi ha chiamato l'80% dei piloti di Formula 1. Chi non l'ha fatto, Raikkonen e Kvyat, è solo perchè non ha il mio numero!"

La scuderia è a conoscenza del fatto che il numero uno resti il pilota britannico, ma non è da escludere l'arrivo di un altro grande corridore. Wolff dichiara che c'è la possibilità di tesserare un big, un pilota di seconda fascia o un giovane promettente. 

"Abbiamo almeno tre strade che possiamo percorrere: la prima è pensare di avere un numero 1 e un numero 2; un pò come la Ferrari ai tempi di Schumacher e Massa. Ovvero assumere un pilota che garantisca punti per il Costruttori. La seconda ipotesi è quella di valorizzare i nostri giovani, Ocon o Werhlein. In fondo altri team hanno dato una chance a ragazzi come Verstappen e Vandoorne. La terza strada è quella di tornare sul mercato per cercare un altro top driver. E poi una quarta ipotesi.."

Attenzione, perchè le ipotesi da tre passano a quattro. L'idea è innovativa ma difficile; a Toto Wolff piace far lavorare la fantasia..

"In realtà la quarta ipotesi è uno scherzo. Potremmo offrire la macchina a Valentino Rossi oppure a Jorge Lorenzo, che l'ha provata e mi è piaciuto tantissimo. Ma c'è libero anche Sebastian Ogier oppure Josè Maria Lopez. Potremmo organizzare un provino, che ne dici? "

La stima nei confronti di Sebastian Vettel c'è, ma Wolff cerca di nasconderla, sterzando e smorzando ogni possibilità di un suo approdo in Mercedes. 

"Non è mia intenzione interferire con le questioni interne della Ferrari e non so neppure se Sebastian abbia realmente intenzione di venire da noi."

Il suo pupillo è Fernando Alonso, ma anche stavolta chiude la porta a riguardo di un suo trasferimento.

"Vale lo stesso discorso: che cosa farebbero Ferrari e McLaren senza Vettel e Alonso a dicembre? O la Williams senza Bottas ( il finlandese è un pilota della scuderia di Wolf)? No, la terza ipotesi di cui parlavo è quella che mi piace di meno."

Ad inizio settimana inizierà a mettersi all'opera per ingaggiare il nuovo pilota. 

"Domani sarò a Brackley e riunirò il direttore sportivo Ron Meadows, il capo degli ingegnieri Andrew Shovlin, e una serie di tecnici di primo livello e cominceremo a lavorare per trovare la soluzione migliore. E' una nuova ed eccitante sfida. In fondo, anche se abbiamo vinto 19 gare, questa è stata una stagione molto complicata, ricca di ostacoli."

E Lewis Hamilton come l'ha presa? L'inglese è rammaricato per aver perso il mondiale, ma Wolff lo ha ugualmente reso partecipe riguardo all'argomento del nuovo pilota. 

"Ho avuto modo di parlargli un pò. Il suo stato d'animo non è cambiato alla notizia del ritiro di Nico, è davvero triste per aver perso il campionato."