F1 - Arrestato Vijay Mallya

Dopo un anno di fuga, l'India ha richiesto l'estradizione del magnate e patron della Force India, accusato di frode in seguito al fallimento della sua compagnia aerea.

F1 - Arrestato Vijay Mallya
F1 - Arrestato Vijay Mallyja

Si addensano forti nubi all'orizzonte per la Force India. Vijay Mallya, manager, proprietario e fondatore del team anglo-indiano è stato arrestato a Londra nella tarda mattinata di oggi, dopo un anno di latitanza lontano dall'India. 

L'India avrebbe richiesto alla Gran Bretagna l'estradizione del magnate Mallya, per affrontare un processo che lo vede come imputato, in seguito alle accuse, da parte di un gruppo di 17 banche che il 3 Marzo 2016 aveva presentato nei suoi confronti una denuncia in tribunale, al fine di recuperare un debito equivalente a 1,3 miliardi di euro, concessi per finanziare la sua compagnia aerea, la Kingfisher, fallita ormai da qualche anno. 

Fonte: Vijay Mallya Twitter
Fonte: Vijay Mallya Twitter

A confermare l'arresto di Mallya è stata la Polizia Metropolitana di Londra attraverso un comunicato ufficiale diramato pochi minuti fa: "I funzionari dell'Unità di estradizione della Polizia Metropolitana hanno arrestato un uomo questa mattina, martedì 18 aprile, a causa di un mandato di estradizione a suo carico. Vijay Mallya, 61 anni (18/12/1955), è stato arrestato per conto delle autorità indiane in relazione alle accuse di frode. Mallya è stato arrestato dopo essere comparso in una centrale di polizia di Londra. Apparirà davanti alla corte di Westminster questo pomeriggio".

Mallya avrà la possibilità di comparire davanti al tribunale di Westminster, poichè nell'iter del processo di estradizione dal Regno Unito è previsto che possa essere adottata una misura di custodia cautelare per portare Mallya a udienza prima che il segretario di Stato prenda una decisione sulla sua estradizione.

In tutto ciò è arrivata anche la risposta di Mallya, affidata come sempre ai social. Il boss del team Force India ha infatti pubblicato un breve post sul suo profilo personale di Twitter in cui spiega che l'udienza odierna era già fissata da tempo: "E' la solita campagna pubblicitaria dei media indiani. L'udienza di estradizione in tribunale è iniziata oggi come previsto".

Oltre ai problemi per il suo proprietario, ora bisognerà vedere cosa succederà alla Force India, piacevolissima sorpresa di questi ultimi mondiali, ma sempre in bilico a causa dei problemi legali che hanno Mallya.