Diretta Gran Premio di Gran Bretagna, Live gara Formula 1: Hamilton vince, Bottas sfrutta i problemi di Raikkonen ed è secondo

Diretta Gran Premio di Gran Bretagna, Live gara Formula 1: Hamilton vince, Bottas sfrutta i problemi di Raikkonen ed è secondo
Diretta Gran Premio di Gran Bretagna, Live gara Formula 1

CLASSIFICA: Hamilton - Bottas - Raikkonen - Verstappen - Ricciardo - Hulkenberg - Vettel - Ocon - Perez - Massa

Da Francesco Cammuca e dalla redazione motori di Vavel Italia, l'appuntamento per l'undicesima prova del Mondiale di Formula 1. Si corre tra due settimane all'Hungaroring

51/51 Quarto Verstappen al quale va bene aver cambiato le gomme nel finale, poi un super Ricciardo, Hulkenberg e lo sfortunatissimo Vettel. Ha forato anche Seb, che chiude settimo.

51/51 E VINCE LEWIS HAMILTON! Secondo Bottas, terzo Raikkonen nonostante una foratura a due giri dalla fine!

50/51 Ha forato Seb, Raikkonen torna terzo

50/51 ANCHE VETTEL HA PROBLEMI! INCREDIBILE!

50/51 Anche Verstappen ai box. Vettel terzo davanti a Raikkonen, Max resta quinto.

49/51 Gomma anteriore sinistra che perde pezzi, gara rovinata per il finlandese. E Bottas è secondo

49/51 Problemi per Kimi Raikkonen

49/51 E arriva il giro record di Hamilton, 1'30''621

47/51 Vettel perde tantissimo ormai dal finlandese, il suo quarto posto non è in discussione

47/51 Abbassa ancora il ritmo Bottas, il primo sotto l'1'30''

46/51 Fa 1'31''007 l'ex Williams

46/51 E attenzione ora a Bottas che proverà ad avvicinarsi a Raikkonen

45/51 Il finlandese riceve i complimenti via radio e risponde: "Parlate il meno possibile"

44/51 Passa Bottas, che sale sul podio

44/51 Vettel deve spremere la sua Ferrari

43/51 ATTACCA BOTTAS! Finlandese costretto ad andare lungo e a mettersi dietro

43/51 I due sono incollati, mentre Hamilton ha ormai la vittoria in mano e Raikkonen è comodamente secondo

42/51 In questo passaggio perde un secondo Vettel, Bottas è vicinissimo

41/51 Ora il finlandese guadagna 4 decimi su Seb, complice anche il doppiaggio

40/51 Sembra quasi svanito l'effetto della gomma rossa nuova di Bottas, che gira sui tempi di Vettel

39/51 Giro pazzesco di Hamilton, 1'31''421

39/51 Il danese va ai box e lascia campo alle due Force India

38/51 Bella la bagarre Magnussen-Ocon-Perez, dall'ottava alla decima piazza

38/51 È un martello Seb, costantemente sotto l'1'32''

37/51 Alza il ritmo Vettel, che ora perde 'solo' 3 decimi da Bottas

36/51 Piena gestione gara per Hamilton, che ha perso 8 decimi al giro negli ultimi passaggi su Raikkonen, ma ha un grande ritmo

36/51 Bottas fa 1'31''059, altro secondo recuperato su Vettel

35/51 Superato anche Ocon, Ricciardo ottavo

35/51 Ricciardo passa Perez: è nono

35/51 Inizia a spingere Bottas: 1'31'122

35/51 Si ritira Fernando Alonso: "No power" il suo team radio

34/51 Dentro anche Ricciardo

33/51 Sosta velocissima e super-soft nuova per Valtteri

33/51 Bottas ai box!

32/51 Intanto resistono senza effettuare soste Ricciardo (6°) e Magnussen (8°)

32/51 Bottas perde 8 decimi da Raikkonen e oltre 2 da Vettel, che sembra forse in gestione gomme

31/51 Ora alza leggermente il ritmo Hamilton, che è comunque ancora il più veloce in pista

30/51 Attualmente il finlandese ha 9.5 di vantaggio su Raikkonen e 14 su Vettel. In caso di pit stop sarebbe abbastanza dietro rispetto alle Ferrari, ma con gomma fresca e più prestazionale.

29/51 Inizia a scendere un po' il ritmo di Bottas, che perde 5-6 decimi più o meno da tutti. 

28/51 Crono ABBATTUTO da Hamilton: 1'31''529

27/51 Giro record per Raikkonen: 1'31''903

26/51 Sono vicinissimi Hamilton e Bottas! Ma non c'è lotta...

25/51 E anche il leader della gara si ferma: box Hamilton

25/51 Dentro anche Hulkenberg, quando siamo ormai a metà gaa

24/51 Pit stop anche per Raikkonen

24/51 Giro veloce per Bottas, 1'32''166. Box per Perez.

23/51 E Ricciardo è già ottavo, bravissimo Daniel

23/51 Anche Verstappen supera Hulkenberg

22/51 Continua a volare Hamilton, 1'32''190 e oltre un secondo recuperato su Raikkonen

21/51 Vettel supera Hulkenberg ed è quarto

21/51 Rientra Ocon

21/51 1'32''286 Altro giro pazzesco di Hamilton. Lo batte Vettel con 1'32''225

20/51 Ricciardo supera Massa, è già decimo

20/51 Ed è dietro a Vettel!

19/51 Entra subito anche Verstappen

19/51 Seb monta gomma soft, vedremo se avrà margine per andare fino in fondo. Intanto è momentaneamente sesto

19/51 Prove di allungo di Hamilton, che sale a 5 secondi di vantaggio su Raikkonen. BOX VETTEL

18/51 Max continua a tenere dietro Seb

17/51 Un terzo di gara se ne va, Vettel si riavvicina a Verstappen

16/51 Intanto continua il duello a suon di tempi tra Hamilton e Raikkonen, stesso ritmo e 4 secondi di ritardo

15/51 E si avvicina Bottas!

15/51 Prosegue la caldissima bagarre tra i due, chiude ancora la porta Verstappen

14/51 Prosegue la corsa di entrambi per fortuna

14/51 VETTEL ATTACCA VERSTAPPEN IN CURVA 9! Lo passa, poi Max taglia e accompagna Seb fuori

13/51 Vettel attacca ma non riesce a passare Verstappen

12/51 Giro record per Hamilton: 1'32''895

11/51 Passo sempre molto simile tra i due là davanti, oltre i 6 decimi meglio sul giro secco rispetto a chi insegue

10/51 Allunga decisamente Raikkonen su Verstappen, ma ha 2.4 di ritardo da Hamilton. Poi Vettel sempre sotto il secondo dall'olandese.

9/51 Drive through per Kvyat per rientro "unsafely" in pista dopo il contatto con Sainz

9/51 Primo passaggio in cui Raikkonen recupera qualcosa su Hamilton

8/51 Continua la rimonta di Ricciardo che è 14°, dietro ad Alonso

8/51 Vettel può usare il DRS su Verstappen

7/51 Bottas passa anche Hulkenberg

7/51 Un paio di secondi di vantaggio per il leader della corsa sul finlandese, stesso distacco tra Kimi e Verstappen che ha un secondo di vantaggio su Vettel

6/51 1'33''0 per Hamilton, sette decimi meglio di Raikkonen in questo passaggio

5/51 Lungo per Ricciardo, intanto Bottas è già sesto

5/51 Kimi prova a restare in scia su Lewis, stessa cosa per Seb con Max

Ripartenza con Hamilton che ovviamente prende vantaggio, Vettel mette nel mirino Verstappen

Questa la situazione mentre sta per rientrare ai box la Safety Car:

Intanto tutte le vetture ancora in gara sono alle spalle della safety car, quando siamo nel corso del quarto giro

Le facce al muretto Toro Rosso sono tutto un programma...

Ed è Safety Car!

Si ferma Sainz, dopo un brutto contatto con Kvyat

Hulkenberg intanto passa Ocon e sale al quinto posto, mentre si chiude il primo giro

E Lewis Hamilton tenta subito la fuga

VIA! VIA! Hamilton chiude la porta in faccia a Raikkonen, Verstappen in mezzo alle due Ferrari!

Finalmente ci siamo, tutto pronto per il via!

Ancora un giro di formazione, va ancora tolta la gialla numero 30

Problemi per Palmer, che non partirà. Vedremo se sarà necessario un altro giro di formazione, oppure se il pilota Renault riuscirà a rientrare ai box

14.00 Ci siamo! Giro di formazione!

13.55 Cinque minuti allo start, ancora interamente tappezzato di grigio il cielo che sormonta il circuito

13.45 Risuona "God Save The Queen", l'inno nazionale inglese

13.35 Piccolo brivido per Lewis Hamilton, che fa un rapido cambio gomme ai box ma esce in tempo dalla corsia

13.00 Mancano sessanta minuti allo start. Cielo grigio su Silverstone, ma si dovrebbe partire con pista asciutta.

Amici di Vavel Italia, Francesco Cammuca e la redazione motori vi danno il benvenuto a Silverstone, per il Gran Premio di Gran Bretagna. È la decima prova del campionato del mondo di Formula Uno. Ci avviciniamo a grandi falcate verso il break di metà stagione, l'attesissima sosta estiva, e il Mondiale è giunto praticamente ad un punto di non ritorno. Merito di Sebastian Vettel, che al cospetto di tante difficoltà e di una serie di duelli all'apparenza quasi impari, è riuscito a mantenere una clamorosa continuità nel rendimento che gli ha consentito, dopo nove gare, di essere saldamente al comando della classifica per il titolo iridato. Alle sue spalle il tandem della Mercedes, con Lewis Hamilton che riveste per il momento il ruolo di immediato inseguitore, ma che sente al tempo stesso il fiato sul collo del suo compagno di squadra Valtteri Bottas. La vittoria in Austria ha rinnovato le ambizioni di titolo mondiale per il 'rookie' delle frecce d'argento, dopo una primissima parte di stagione in cui l'ex pilota della Williams si è limitato a fare da scudiero per il vice-campione del mondo uscente.

Dopo le qualifiche, però, le gerarchie sono tornate quelle che in molti si aspettavano ad inizio stagione, con una pole position spaventosa messa a segno da Hamilton. Un tempo clamoroso che gli ha consentito, in un colpo solo, di agganciare Jim Clark come primatista nella classifica delle pole position ottenute sul circuito di casa, e anche di portarsi a due sole pole nella classifica all time dal mostro sacro Michael Schumacher. Al fianco di Hamilton non partirà Vettel, bensì Kimi Raikkonen. Scatto di orgoglio per il pilota finlandese, il quale ha ottenuto il secondo tempo e proverò a giocarsi le proprie carte fin dalla partenza, con un grande dubbio nella testa: fare gara per sè e provare finalmente a vincere un Gran Premio (cosa che non gli è accaduta da quando è tornato in Ferrari), oppure dare una mano al compagno di squadra? Il tedesco partirà dalla terza casella, affiancato da Max Verstappen che ha però pagato un dazio abbastanza importante nelle qualifiche: un secondo e mezzo dal poleman, quasi un secondo da Raikkonen, quasi otto decimi da Vettel.

E Bottas? Il finlandese ha chiuso la qualifica al quarto posto, appena dietro a Vettel, ma a causa della sostituzione del cambio partirà dalla nona posizione. Ancora peggio è andata al vincitore di Baku, Daniel Ricciardo. Anche l'australiano ha montato un cambio nuovo sulla sua Red Bull, ma a causa di un problema tecnico avuto sulla sua vettura non ha portato a termine nemmeno la prima manche delle qualifiche e partirà in 19esima posizione, davanti solo a Fernando Alonso che ha effettuato una serie di modifiche sulla sua McLaren e ha ricevuto una retrocessione di ben 30 caselle sulla griglia di partenza. Il tutto dopo aver fatto sognare praticamente tutti facendo segnare il miglior tempo in Q1. Tornando a Bottas, oltre ai primi quattro di cui abbiamo già parlato, partiranno davanti a lui anche un ottimo Nico Hulkenberg su Renault, i due della Force India con Sergio Perez ancora davanti a Esteban Ocon, e infine Stoffel Vandoorne, il quale ha dimostrato che la vettura di Woking sembra in ripresa.

Così ha parlato Sebastian Vettel al termine delle qualifiche, con la grande chance di poter attaccare Lewis Hamilton sia in prima persona, che finalmente anche con l'aiuto del proprio compagno di squadra Kimi Raikkonen: "Ci sono sempre delle opportunità e l'obiettivo è provare a mettere Lewis sotto pressione, anche se loro hanno avuto un weekend veramente straordinario finora. Credo comunque che sia stata una giornata positiva per noi, perché abbiamo migliorato la macchina. Credo che dovremmo essere più vicini, ma credo anche che sarà dura domani perché loro sono stati molto veloci per tutto il weekend. In qualifica è stata molto buona, ma l'ultimo tentativo è stato un po' compromesso perché le gomme non erano nelle condizioni ideali, specialmente nel primo settore, perché mi sono trovato bloccato nel traffico di tre o quattro macchine nell'out lap. In ogni caso è stato un risultato discreto e la cosa più importante è che la macchina è migliorata".

C'è tanta fiducia che trapela anche dalle parole di Kimi Raikkonen, chiaramente galvanizzato dal ritorno in prima fila dopo una lunga serie di qualifiche e di gare passate quasi dietro le quinte: "Sicuramente ci sono sempre delle opportunità, ma se quello che faremo funzionerà sarà un'altra storia ovviamente. Abbiamo una macchina veloce e in gara proveremo sicuramente a dare del filo da torcere a Lewis, magari portandogli via la prima posizione. Siamo in due e siamo veloci: cerchiamo di sfruttare la situazione".

Riassumiamo la situazione del Mondiale. Sebastian Vettel ha 171 punti, davanti a Lewis Hamilton che ne ha 151 e a Valtteri Bottas che ne ha 136. Per quanto riguarda il Mondiale costruttori è quasi dominante la Mercedes, che finora ha messo in cascina ben 287 punti, contro i 254 della Ferrari e i 152 della Red Bull.