Formula 1, Marchionne: "Vogliamo creare un team satellite. La Sauber è l'ideale"

Sergio Marchionne ha reso nota la volontà di creare un team satellite per la maturazione dei talenti. Intanto, la "sua" Sauber continuerà ad utilizzare il motore Ferrari.

Formula 1, Marchionne: "Vogliamo creare un team satellite. La Sauber è l'ideale"
L'Espresso

Sergio Marchionne ha rilasciato importanti dichiarazioni per quanto riguarda la Ferrari. La sua Scuderia ha raggiunto l'accordo con la Sauber per quel che concerne la fornitura dei motori, e all'orizzonte si prospetta una sorta di partnership che etichetterebbe il team svizzero come una sorta di "garage" per consentire la maturazione ai giovani piloti sbocciati da Maranello. Tutto ciò doveva accadere con la Haas, ma gli americani hanno deciso di confermare sia Grosjean che Magnussen per la prossima stagione, e di non accogliere due piloti di prospettiva come Leclerc e Giovinazzi.

La Sauber stava per adottare il motore Honda, ma in Ungheria c'è stata una forte evoluzione che ha portato gli svizzeri a sfruttare il più potente motore della Ferrari fino al 2018. L'obiettivo è quello di disporre di un team satellite come fanno Mercedes e Red Bull rispettivamente con Force India e Toro Rosso. Sarebbe una mossa molto intelligente e importante, e il presidente punta fortemente sulla Sauber per quanto riguarda il doppio ingaggio dei due piccoli ferraristi.

Marchionne ha già commentato questa notizia: "I motori per Sauber sono anche un modo per creare una sorta di junior team in cui portare i nostri giovani piloti. Abbiamo due giovani talenti, ma per assicurare a loro un futuro in Ferrari, abbiamo bisogno delle opportunità di fargli fare esperienza in un altro team. Dobbiamo trovargli uno spazio e stiamo lavorando in quest'ottica."