F1, GP Belgio - Hamilton pole e record, Vettel e Bottas promettono battaglia: le dichiarazioni post qualifica

L'inglese eguaglia Schumi nella classifica dei pole-man, Vettel stampa un tempo clamoroso che gli vale una seconda piazza preziosissima. Bottas chiude il virtuale podio delle qualifiche con un terzo posto non del tutto soddisfacente.

F1, GP Belgio - Hamilton pole e record, Vettel e Bottas promettono battaglia: le dichiarazioni post qualifica
F1, GP Belgio - Hamilton pole e record, Vettel e Bottas promettono battaglia: le dichiarazioni post qualifica

E' sempre Hamilton contro Vettel. Anche in Belgio, tra le sinuose e velocissime curve del circuito di Spa-Francorchamps, il duello Mondiale prosegue, a suon di giri veloci, di stilettate a distanza, di lampi di assoluta ed abbacinante classe. Due Campioni a confronto, che si giocano il titolo iridato sul filo dei centesimi: Lewis precede Sebastian, come era prevedibile alla vigilia delle qualifiche, ma quello che ha fatto il ferrarista ha del clamoroso. La Mercedes domina, sembra poter avere le carte per fare doppietta, prima del guizzo di Sebastian, impressionante quanto sorprendente nell'ultimo giro. Il tedesco non sbaglia una virgola, si prende la seconda posizione a discapito del finlandese Bottas, deluso terzo. 

Al termine delle qualifiche, un emozionatissimo Lewis Hamilton è intervenuto in griglia di partenza per commentare quanto accaduto in pista: "Vorrei ringraziare prima di tutto i tifosi, ci sono fan olandesi, della Ferrari e nostri, c'è tutto ed è fantastico. Vorrei ringraziare il team per questa pole position fantastica, abbiamo fatto un lavoro enorme. E' uno dei circuiti preferiti, ho fatto un giro pazzesco. Ho il miglior lavoro al mondo". Il tutto prima di spostare l'attenzione sui complimenti della famiglia Schumacher per aver eguagliato il record del tedesco: "E' un messaggio clamoroso, bellissimo, speciale, ho avuto il privilegio di correre con lui, l'ho sempre ammirato e prego per lui. Aver affiancato il mio nome al suo nella classifica delle pole, è fantastico".

Altrettanto bravo è stato Sebastian Vettel, che tra Q2 ed ultimo giro ha limato più di un secondo per centrare la seconda piazza: "Ho avuto buone sensazioni fin dalle prime prove. Ho perso nel settore due, nelle curve a velocità medio alta, mi è mancata un poco di risposta dalla macchina. Poi è cambiato tutto nel finale, ho sentito l'auto differente, più leggera. Grazie anche a Kimi che mi ha dato un pizzico di scia. Guardiamo alla gara con ottimismo". Ed inoltre, uno sguardo anche a domani: "Il passo? Si è andato bene, non so se riusciremo a tenerlo, ma ho creduto che il giro secco sarebbe stato difficile prenderlo, ma con carico di carburante siamo andati sempre bene. Certo è che le Mercedes sono veloci, ma anche noi non ci lamentiamo. Speriamo di finire avanti la gara".

Chiude Bottas, terzo e deluso di quanto fatto in pista: "Sicuramente sarebbe stato bello avere entrambe le macchine in prima fila. Miravo alla pole, ma Lewis è stato perfetto per tutto il weekend, quindi è giusto così. Io ho avuto qualche problema ed è la conseguenza il terzo posto. La mia missione per domani è ottenere un risultato positivo, certo è che provo a vincere, provando a fare al meglio il mio lavoro". Altrettanto deluso Kimi Raikkonen, quarto, che ha così commentato la sua prestazione ai microfoni di Sky Sport: "Siamo andati piuttosto bene tutto il weekend, non so cosa sia successo oggi. Fare una brutta qualifica non è ideale, ma ci riprenderemo domani. Non so che è successo oggi, ripeto. Sono davvero molto deluso. Il rinnovo di Seb? E' grandioso, ma ora penso ad altro, non è il mio primo pensiero".