Formula 1 - La FIA modifica le regole sulle partenze

Dal prossimo anno sarà montato un sensore direttamente sulle vetture e non più sull'asfalto della griglia di partenza. Questo per scongiurare casi come quelli di Bottas e Vettel.

Formula 1 - La FIA modifica le regole sulle partenze
La partenza del GP austriaco (formulapassion)

Tra i tanti e scottanti temi discussi nel corso di questo caotico anno di Formula 1, la FIA ha deciso di affrontare in questi giorni quello riguardante le partenze. Dal prossimo anno le vetture monteranno un trasponder che segnalerà qualsiasi movimento anomalo, regolamentando quindi il sistema di partenza dei GP. Non cambiano invece le sanzioni, secondo gli articoli 38.3c e 38.3d, che consisteranno ancora in un drive through o in uno stop&go di 10 secondi a seconda della gravità dell'infrazione commessa. 

Sono stati due gli episodi in particolare che hanno portato la federazione a prendere provvedimenti e a cambiare le regole: il presunto jump start di Valtteri Bottas a Spielberg e il posizionamento "particolare" sulla griglia di Shanghai di Sebastian Vettel. Il finlandese era scattato appena un millesimo di secondo dopo lo spegnimento dei semafori, realizzando la miglior partenza della storia della F1. Il pilota Mercedes ammise di aver intuito che i semafori stessero per spegnersi e di aver tentato la fortuna, tant'è che i filmati on-board mostrano un lieve strappo della frizione prima del via. Il caso suscitò molte polemiche ma nessuna conseguenza, perché effettivamente Bottas parte dopo lo spegnimento dei semafori, nonostante le proteste di Vettel e della Ferrari.

La partenza del GP di Cina | formulapassion
La partenza del GP di Cina | formulapassion

La questione del tedesco invece è più complicata, perché effettivamente il pilota Ferrari compie una partenza assolutamente regolare, ma si posiziona in maniera laterale rispetto alla casella di partenza a lui assegnata. In questo modo il sensore posizionato sull'asfalto non avrebbe potuto rilevare un'eventuale falsa partenza, e infatti dopo quel GP la federazione comunicò che un posizionamento di quel tipo da quel momento in poi avrebbe comportato una penalizzazione, pur non assegnando nessuna sanzione a Vettel sul momento. Le nuove regole prevedono quindi che i piloti debbano posizionarsi perfettamente sulla casella di partenza, oltre a questo trasponder che tutte le vetture monteranno onde evitare movimenti prima del segnale del via.