F1, Gp della Malesia - Cauto ottimismo in casa Ferrari

Dopo aver limitato i danni nella prima sessione di prove - disputate sotto la pioggia - le due vetture del Cavallino Rampante hanno tirato fuori gli artigli chiudendo davanti a tutti le FP2.

F1, Gp della Malesia - Cauto ottimismo in casa Ferrari
F1, Gp della Malesia - Cautelato ottimismo in casa Ferrari

L'ultima edizione del Gran Premio della Malesia è iniziata con il piede giusto per la Ferrari, con Sebastian Vetttel e Kimi Raikkonen che si sono presi le prime due posizioni al termine della seconda sessione di libere. Dopo aver preservato al meglio la vettura nelle FP1 bagnate, il tedesco ha stampato il miglior tempo, mettendo a segno anche il nuovo record della pista. 

Il tedesco ha piazzato un crono da 1'31"261, un giro incredibile che gli ha permesso di staccare Kimi Raikkonen, 2°, di oltre 6 decimi: "Stamattina le Libere 1 sono state un turno confuso, non abbiamo avuto tanta possibilità di girare. Questo pomeriggio è andato meglio per noi, la macchina è apparsa già piuttosto a punto sin dall'inizio. Poi abbiamo provato alcune cose ma purtroppo non abbiamo potuto girare quanto avremmo voluto a causa della bandiera rossa e non abbiamo fatto la quantità di giri prevista. Però ora vedremo cosa fare per domani".

Vettel si è concentrato sulle Mercedes, in difficoltà in questi primi due turni di prove, dove hanno costantemente dovuto combattere con una vettura nervosa. "Sarebbe fantastico poter avere questo vantaggio sulle Mercedes per tutto il resto del fine settimana, ma non so cosa stessero facendo e provando loro. E' strano però che entrambi si siano trovati così in difficoltà. Sono sicuro che domani andranno meglio. Il venerdì si possono fare prove di un certo tipo. Per quanto mi riguarda mi sarebbe piaciuto girare ancora di più per avere più risposte ma, nel complesso, è stato un pomeriggio decente".

Tornando al meteo, Sebastian ha spiegato che vorrebbe un week-end asciutto, a differenza di Monza e Singapore, dove la pioggia ha rovinato la Ferrari. In più, anche in Malesia, le due vetture di Maranello non sono sembrate le migliori sul bagnato. In caso di maltempo, attenzione alla Red Bull, molto competitiva durante le FP1: "Qui è sempre meglio che rimanga asciutto, ma potrebbe piovere in qualunque momento. Comunque non importa, perché comunque abbiamo una buona vettura e sta a noi fare in modo che funzioni in tutte le condizioni. Sembra che fatichiamo un po' di più in condizioni di bagnato e che la Red Bull, in quell frangente, sia molto competitiva. Ma nel corso della stagione è venuto a piovere appena in due occasioni. Nelle Qualifiche di Monza e questa mattina. Non abbiamo tanta esperienza e abbiamo pochi dati. Ma sicuramente dobbiamo lavorare su quell'aspetto".

Fonte: Scuderia Ferrari/FerrariF1.com
Fonte: Scuderia Ferrark

Dello stesso parere Kimi Raikkonen, che si è lamentato per l'interruzione anticipata della prima sessione di prove, a causa dell'uscita di pista di Romain Grosjean e di un tombino che si era staccato dal manto stradale: "Nelle condizioni di bagnato abbiamo percorso qualche giro stamattina, mentre al pomeriggio, con l'asciutto, siamo riusciti a migliorare anche se non siamo riusciti a disputare l'intera sessione a causa del problema al tombino".

Raikkonen ha affermato, poi, di aver vissuto un'ottima sessione durante le FP2, dove ha siglato il secondo tempo alle spalle di Vettel. Ferrari in palla, anche grazie al nuovo pacchetto aerodinamico: "E' stato un venerdì normale, ovviamente tutto dipende anche dal lavoro svolto dagli altri. Ad ogni modo posso dire che è andata piuttosto bene. La vettura oggi era buona. Io ho commesso qualche piccolo errore con le gomme nuove, però le prestazioni c'erano. Posso dire che è stata una giornata abbastanza lineare".

Fonte: Scuderia Ferrari/FerrariF1.com
Fonte: Scuderia Ferrari/FerrariF1.com