MotoGP, Gp Argentina - Marquez cerca il riscatto: "Questa pista mi piace, voglio il podio!"
Vavel espana

MotoGP, Gp Argentina - Marquez cerca il riscatto: "Questa pista mi piace, voglio il podio!"

Il catalano cerca il riscatto dopo il ritiro dello scorso anno e dopo il 2° posto di Losail

ciro-vassallo
Ciro Vassallo

O vince o cade, questo è Marc Marquez in Argentina! L'iridato 2017 non ha un ottimo rapporto con il circuito di Termas de Rio Hondo, che si appresta ad ospitare il Gp d'Argentina, secondo appuntamento stagionale. Il catalano, infatti, ha trionfato due volte nel paese latino, ma ha anche assaggiato l'asfalto nelle due edizioni che non ha portato a casa, come successo lo scorso anno ed è deciso, così, a prendersi la rivincita dopo il secondo posto dell'esordio in Qatar. 

A Rio Hondo, arriva dunque un Marc Marquez davvero agguerrito, voglioso di rivalsa dopo la sconfitta all'ultima curva a Losail, dove si è reso protagonista dell'ennesimo duello da infarto con Andrea Dovizioso: "L’ultima curva forse potevo affrontarla un po’ meglio. Sono orgoglioso del risultato in Qatar. Il secondo posto mi ha reso felice. Abbiamo visto che la mentalità c’è, arriviamo qui con un approccio diverso rispetto al 2017. I test a Jerez poi sono stati importanti ed arriviamo in Argentina in maniera diversa, ma anche con tanti punti di domanda su gomme, asfalto e meteo. Questa pista mi piace molto, mi sento forte e in genere sono competitivo perchè la pista si adatta bene al mio stile di guida. Lo scorso anno attaccai troppo nei primi giri, così ho commesso un grave errore e sono caduto, ma ho imparato la lezione e cercheremo di salire sul podio.”

Lo spagnolo della Honda, poi è stato al centro delle domande, riguardo il rapporto con le gomme Michelin, sempre problematiche, nonostante un anno di esperienza in più: "Ci sono tanti compound, la variabile asfalto e meteo… La Michelin fa bene, con l’asfalto nuovo è giusto avere più possibilità“.

Sul tema doping/antidoping, lo spagnolo si è fatto sentire, ammettendo che per lui, due test all'anno sono pochi e inutili e dunque, la pratica andrebbe modificata e le norme rese più dure: "Chiediamo semplicemente più controlli. Siamo dei professionisti, pensiamo che renda tutto più trasparente. Due controlli su diciannove gare su alcuni piloti non bastano. Chiediamo di cambiare questo approccio“.

Infine, per Marc è arrivata una domanda in cui gli si chiedeva quale musica ascoltasse nel pre-gara e per allenarsi in vista della battaglia: "Le mie canzoni per prepararmi? Eminem, canzoni spagnole. Non un genere particolare

VAVEL Logo